Post

Enrica Bonaccorti
Infotainment e “lontananza”

Il tempo che viviamo costringe un gran numero di persone a stare in casa.  Cambiano inevitabilmente gli equilibri di chi la casa la vive e di chi ci entra, anche se solo virtualmente. Il ruolo della televisione va necessariamente ripensato, a cominciare dall’ infotainment, che plana tra information ed entertainment, per adeguarlo a nuove platee e a nuove esigenze. La televisione e la radio, generalista e tematica, restano le finestre sul mondo più accessibili a tutti, soprattutto a chi ha ancora poca confidenza con la rete ...

Leggi altro
Post

Le suore verdi della cultura

Roma sta vivendo giorni difficili, sospesa nel desiderio di ritorno a una normalità che veda le chiese, i musei e tutti i luoghi di cultura aperti, le iconiche piazze affollate, i monumenti e i resti archeologici testimonianze vive di una narrazione storica capace di proporsi con rinnovato slancio e stupore. Intanto ci regala la storia interessante di una comunità di suore, appassionate di arte, impegnate in un entusiasmante progetto di Arte e Fede, con il quale fanno catechesi attraverso la bellezza dell’arte ...

Leggi altro
Post

Dio non abita più qui?

Dio non abita più qui?” è il titolo forte e provocatorio di un Convegno internazionale, convocato dal Pontificio Consiglio della Cultura, in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana e la Pontificia Università Gregoriana, svoltosi nell’anno europeo del patrimonio culturale i cui Atti sono stati pubblicati e presentati in questi giorni a Roma. Il tema è la dismissione dei luoghi di culto e la gestione integrata dei beni culturali ecclesiastici, che al di là del tecnicismo della definizione, è un aspetto con cui si confrontano tutte le comunità, civili e religiose, in Italia e all’estero, nelle metropoli e nei borghi antichi ...

Leggi altro
Post

Roma oggi

“Roma mai vista così bella”. L’espressione  che circola sui social e rimbalza nelle interviste televisive estemporanee, distrae  da quello che è e resta il vero tema. Roma non è vuota perchè possa essere bella, non è anestetizzata dalla assenza nelle strade dei suoi abitanti affinchè le sue bellezze monumentali si riposino. Roma è vuota e senza anima perché costretta, ferita dolorosamente dalla potenza di un nemico che minaccia la città e i suoi abitanti e che parla un linguaggio ancora sconosciuto. Roma non ama la dimensione museale a cui è in questi giorni costretta. Non è più bella senza i cittadini che la vivono, la colorano e la rallegrano ...

Leggi altro