Post

Roma in Note

Arrivederci Roma, Ciao New York
Renato Rascel tra il Premio Rascel e il New York Canta

Roma ricorda Renato Rascel con un Premio a lui dedicato per celebrare uno dei più grandi artisti del Novecento italiano, la cui arte, versatile e poliedrica, ha abbracciato tutte le discipline dell’intrattenimento, dalla canzone, al cinema, al teatro, al musical, al ballo. Conosciuto e apprezzato all’estero soprattutto per le sue canzoni -Arrivederci Roma è  ancora oggi la terza canzone italiana più cantata al mondo -  è stato ambasciatore di italianità e romanità. Nato a Torino per caso, dove i suoi genitori, un cantante di operetta e una ballerina classica erano in tournée, fu portato subito a Roma per essere battezzato nella Basilica di San Pietro, anche per consacrare la romanità, da  sette generazioni, della sua famiglia.  Da Borgo Pio, il quartiere a ridosso di San Pietro dove è cresciuto, cullato da una romanità verace e autentica, ha rappresentato l’Italia nel mondo e Roma, la città che è sempre stata il suo grande amore e la sua musa ispiratrice. Renato Rascel  ha portato l’eco di Roma nel mondo con la canzone a lei dedicata, Arrivederci Roma, le cui prime parole T’invidio turista che arrivi proseguendo per porto in Inghilterra i tuoi tramonti e Trinità dei Monti, rappresentano un inno all’accoglienza che la città da sempre riserva ai suoi visitatori.  Le sue canzoni sono state la colonna sonora di un’epoca, la Dolce Vita descritta da Federico Fellini, che hanno varcato e superato ogni confine. 300 titoli dedicati  non solo a Roma ma  i cui testi  hanno  in comune la poesia delle piccole cose che anima ogni canzone. Perché Renato Rascel, ironico, divertente, istrionico, stralunato e fanciullesco come molti suoi personaggi, era soprattutto un uomo colto e sensibile animato da una grande bontà. Il viaggio intorno al mondo per beneficenza che da solo e a proprie spese organizzò,  lo portò a devolvere tutti gli incassi dei suoi spettacoli agli orfanotrofi  e ospedali per bambini bisognosi, dei luoghi in cui si esibiva. Rascel aveva un tale legame con i bambini, grande fanciullino lui stesso, che scrisse  per loro tre favole tradotte in molte lingue, oltre alla celebre sigla per l’edizione televisiva del Pinocchio di Collodi che ebbe un grande successo ...

Note da Roma

Roma in Note inaugura la sua Rubrica con la notizia del concerto e della masterclass che il M° Leonardo De Angelis terrà al Miami International Guit art Festival presso la Florida International University school of Music, il 22 e 23 febbraio prossimi. Leonardo De Angelis è un  chitarrista e compositore, internazionalmente riconosciuto e apprezzato come uno dei concertisti più interessanti delle ultime generazioni per la capacità di integrare la grande tradizione strumentale chitarristica e i nuovi linguaggi musicali contemporanei. La sua importante esperienza concertistica e la carriera solistica lo hanno portato ad esibirsi nelle più importanti sale da concerto del mondo, dopo aver vinto prestigiosi premi nazionali e internazionali, formato dai piu’ grandi maestri del Novecento chitarristico ...