Post

Blog

“Farò di Roma la Capitale della Cultura”
Roberto Gualtieri, candidato sindaco di Roma

Roma si prepara a eleggere il nuovo Sindaco e ad accogliere i fondi europei stanziati, per il rilancio della città, nell’ambito del Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza ...

Roma vista da Coccia di Morto
Il racconto di Riccardo Milani

“Roma, questa città che non finisce mai”, scriveva Giacomo Leopardi nel 1831, dall’osservatorio privilegiato in cui abitava, tra via Mario dei Fiori e via Condotti, che era, allora come oggi, il centro nobile della città. “Roma è una  inesausta narrazione”, aggiungerà il filosofo Paul Cleary in tempi più recenti ...

Il fenomeno Molise spiegato dal filosofo Enzo Di Nuoscio

Il Molise, la regione più giovane d’Italia, istituita solo nel 1963, la più piccola, quella con il minor numero di abitanti, due sole province, con tre deputati e due senatori che la rappresentano in Parlamento, ultima in molte classifiche per condizione socio-economica, si è svegliata e da Cenerentola è diventata Principessa ...

Il goal della solidarietà in rete da 40 anni
Enrico Ruggeri racconta la Nazionale italiana Cantanti

La Nazionale Italiana Cantanti è una squadra di calcio dilettantistica che da 40 anni va sempre in rete, segnando il goal della solidarietà. I calciatori che ne fanno parte sono cantanti e artisti accomunati dal desiderio di rimettere in circolo la fortuna avuta in sorte, realizzando progetti di aiuto concreto e sostegno per i più bisognosi ...

MAUPAL
L'artista irregolare che disegna un Papa singolare

L’immagine iconografica dello street artist evoca personaggi creativi che agiscono nell’ombra, in maniera estemporanea e realizzano graffiti su spazi pubblici, mettendoci la mano e nascondendo la faccia ...

Viaggio nel G20 CULTURA
con il prof. Alfredo Morrone

Il 29 e 30 luglio Roma, città icona di archeologia e arte, capitale del Paese con il maggior numero di siti Unesco al mondo, che ha posto la cultura al centro del proprio turno di Presidenza del foro internazionale 2021, ha ospitato la prima riunione ministeriale del G20 CULTURA ...

Elisabetta Sgarbi
La cultura è vita

Elisabetta Sgarbi irradia cultura e connette ciò che è nato per unire, letteratura, cinema, musica, arte e scienza. E lo fa con l’entusiasmo di chi offre un abbraccio ideale dove si sta bene in tanti, a leggere Umberto Eco, a cantare Franco Battiato, a ballare il punk da balera romagnola degli Extraliscio, a guardare “filmini” e a visitare musei ...

Carole A. Feuerman
Sculture iperrealiste in mostra a Roma

L’arte unisce idealmente, in questa stagione di reborn culturale, tre grandi città, Roma, New York e Venezia, ciascuna impegnata e proiettata a valorizzare il racconto artistico contemporaneo. Roma accoglie ed espone le imponenti sculture di Carole A. Feuerman, l’artista più rappresentativa dell’arte scultorea americana, definita da John Spike, autorevole storico dell’arte, “la regina del super-realismo” ...

La capitale che prometto
Intervista con il candidato sindaco Enrico Michetti

Il prossimo autunno a Roma non sarà solo la stagione della tradizionale ottobrata romana, ma segnerà anche il tempo delle elezioni amministrative, per scegliere il sindaco che guiderà la città nei prossimi cinque anni ...

L’Istituto Luce-Cinecittà custodisce la storia
dell’Italia e degli Italiani

L’Istituto Luce-Cinecittà è una istituzione culturale che custodisce la storia dell’Italia e costruisce la memoria futura degli Italiani. Il suo patrimonio culturale, costituito da una straordinaria documentazione fotografica e audiovisiva,  documenta dal 1915 le tappe storiche e i mutamenti sociali di un Paese che ha affrontato due guerre ed è transitato dalla monarchia alla repubblica ...

Il fotogiornalismo di Adolfo Porry-Pastorel
La foto diventa notizia

Negli anni Dieci del Novecento, quando le fotografie pubblicate sui giornali cominciano da sole a raccontare la storia, nasce il fotogiornalismo. L’immagine acquisisce una propria capacità di narrazione, non accompagna il testo scritto ma diventa un altro testo che restituisce un altro sguardo ...

ONDA SU ONDA
Storie e canzoni nell’estate degli italiani

L’Italia dei formidabili anni Sessanta scriveva la storia del Belpaese, luogo ideale per vacanze spensierate, dove è nato il popolo della battigia, fatto di vacanzieri che acquistavano l’automobile, oggetto simbolo del primo boom economico e correvano verso il mare, sulle spiagge dove si prendeva il sole, ci si divertiva e si ascoltava la musica del juke-box, straordinaria innovazione arrivata dall’America ...

Il Museo Giovanni Barracco
celebra Dante

Il 14 settembre 1321 Dante Alighieri moriva a Ravenna. Era ammalato di malaria e aveva solo 56 anni. A 700 anni dalla morte, è ancora lo scrittore più letto al mondo ...

Regina Schrecker
veste le donne della Divina Commedia

Francesca da Rimini, Pia dé Tolomei e Beatrice sono tre donne simbolo rese immortali da Dante nella Divina Commedia. Francesca è raccontata dal Sommo Poeta nel V canto dell’Inferno, nel girone dei lussuriosi, dove sconta la pena eterna insieme a Paolo, fratello del marito, di cui si era innamorata, entrando in una relazione d’amore proibita, interrotta dalla mano assassina del marito tradito che uccide entrambi ...

Il Dante Cantato
Ambrogio Sparagna, l’Orchestra Popolare Italiana e Francesco De Gregori cantano la poesia dantesca

Sono trascorsi 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Sommo Poeta che tutto il mondo conosce. La ricorrenza è celebrata con un fiorire di iniziative culturali che restituiscono un senso di appartenenza profondo alla poesia dantesca e a tutto quello che rappresenta ...

RINO BARILLARI
The King of Paparazzi

Chi è il paparazzo, cosa fa e come vive è noto in tutto il mondo, da quando il binomio magico del cinema italiano, Fellini-Flaiano, inventò un nome destinato a entrare nella storia, non solo del fotogiornalismo ...

Roma
Nascita di una Capitale

Il 20 settembre 1870 rappresenta una data storica per Roma e per l’Italia. I bersaglieri dell’esercito italiano sconfissero le guardie pontificie aprendo la Breccia di Porta Pia e innalzarono il Tricolore sulla città eterna, scelta come capitale d’Italia ...

Zucchero Sugar Fornaciari
Il ragazzo della Bassa che ha conquistato il mondo

La musica di Zucchero Sugar Fornaciari arriva ovunque, anche in sperdute località del mondo dove non ha mai suonato nessuno e molti faticano a orientarsi perfino sulla cartina geografica ...

Claudio Baglioni diventa Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana
E saluta gli Italiani d’America

 Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Festa della Repubblica, concederà il 2 giugno l’onorificenza di Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana a Claudio Baglioni ...

IL VOLO e i FORUM STUDIOS
Nel tributo a Ennio Morricone

Il concerto tributo al M° Ennio Morricone, affidato a IL VOLO, la formazione pop lirica formata da due tenori e un baritono, che aprirà la stagione 2021 all’Arena di Verona il 5 giugno è l’occasione per raccontare i Forum Studios di Roma, che appartengono alla storia personale e artistica del Maestro e de IL VOLO ...

Riccardo Vitanza racconta la musica
che è emozione e industria

La vita senza la musica sarebbe un errore” scriveva il filosofo e musicista Friedrich Nietzsche, alla fine dell’Ottocento. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi, la sua essenzialità è connaturata all’animo umano, ogni vita ha una colonna sonora ...

CHIAMALA ROMA
Fotografie di Sandro Becchetti

 Roma è una inesausta narrazione”, scriveva il filosofo Paul Cleary, un racconto inesauribile ricostruito dalle pagine di scrittori e storici, dai quadri dei pittori e dagli scatti dei fotografi ...

La vita cerca legami
La storia incredibile di un bambino invisibile

Roma, Colle Oppio, Trastevere, la città capitale d’Italia, due rioni storici e centrali, sono lo scenario geografico e sociale in cui si è consumata la storia incredibile di un bambino invisibile ...

Claudio Baglioni
In questa storia che è la mia

 “Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro”, sono le parole che Papa Giovanni Paolo II, oggi Santo, rivolse ai giovani in un incontro rimasto nella storia. Claudio Baglioni ci è riuscito, ha preso in mano la sua vita, ne ha fatto un capolavoro e oggi la racconta in un disco, “In questa storia che è la mia” ...

Renato Carosone
Pino Carosone e Marino Bartoletti lo raccontano

Renato Carosone ha consegnato alla storia della musica italiana canzoni destinate a rimanere eterne, con sonorità che riflettono contaminazioni di luoghi e generi musicali diversi, testi umoristici e incantatori che hanno accompagnato la nascita della televisione e attraverso i quali è arrivata in Italia la musica americana, arricchita dalle sonorità africane e da tutto quanto potesse essere attinto dallo straordinario patrimonio culturale dell’area mediterranea ...

La Banda Musicale della Polizia di Stato

La Banda musicale della Polizia di Stato suona da 93 anni, nel 2021 festeggia il quarantennale della legge che riformò l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza e istituì la definizione di Polizia di Stato, arricchisce con nuovi strumenti la propria compagine musicale, unica tra le Bande ministeriali italiane ...

Pasqua d'autore
Arte, poesia e pasticceria

Un atelier romano di arte pasticciera restituisce, in ogni periodo ma soprattutto a Pasqua, un’esperienza immersiva nella cultura, creatività, genialità, passione per l’arte e la letteratura, per terre e luoghi lontani e per il gusto, non solo estetico ma sensoriale, di dolci realizzati come trasposizioni di opere d’arte ...

Reagan, il Presidente che cambiò la politica americana
nel racconto di Gennaro Sangiuliano

Sono trascorsi 40 anni da quando Ronald Reagan fu eletto  40esimo Presidente degli Stati Uniti d’America. La sua elezione può essere raccontata con le voci della cronaca di allora, stupefatte, preoccupate, critiche e con l’eco della storia che restituisce unanime apprezzamento e positiva valutazione all’era reaganiana, otto anni di presidenza che hanno cambiato la politica americana ...

Cento anni di Nino Manfredi
Uno, nessuno, cento Nino

Il 22 marzo 1921 nasceva Nino Manfredi, all’anagrafe Saturnino, un nome che porta con sé le origini ciociare del piccolo comune dove è nato, Castro dei Volsci, in provincia di Frosinone, che è nella storia dell’uomo e dell’artista. Bastiano il barista di Ceccano, uno dei primi personaggi che lo ha fatto conoscere e amare dal pubblico italiano nella Canzonissima del 1959, parlava il dialetto ciociaro, ...

Bulgari mecenate di Roma

L’immagine di Roma, città simbolo di forza militare e potenza culturale nel mondo antico, icona di straordinaria ed eterna bellezza, comincia a costruirsi al tempo di Ottaviano Augusto, il primo imperatore di Roma. Significativo fu il contributo di Gaio Cilnio Mecenate, un ricco generale di origine etrusca, amico personale e consigliere di Augusto, che avviò modalità di mecenatismo culturale, offrendo un sostegno economico personale, alle iniziative culturali che contribuivano a creare il mito di Roma e a raccontarla nella sua magnificenza ...

La via delle api
Al Museo Zoologico

Il Museo Civico di Zoologia è un museo scientifico compreso nella rete del sistema museale di Roma Capitale e si trova nel quartiere Parioli, in prossimità di Villa Borghese, vicino al Bioparco, il giardino zoologico più antico d’Italia. Fondato nel 1932, è un punto di riferimento culturale importante per studiosi della biodiversità e per giovani naturalisti ...

Napoleone ai Mercati di Traiano
Storia, arte e tecnologia

I Mercati di Traiano, grandiosa opera di architettura romana oggi Museo dei Fori Imperiali, ospitano “Napoleone e il mito di Roma”, una mostra ideata in occasione del bicentenario dalla morte di Napoleone Bonaparte. Sono trascorsi 200 anni dal 5 maggio 1821, una data storicamente significativa che Alessandro Manzoni ha reso immortale con l’ode “Il 5 maggio” ma Napoleone, le sue imprese e il rapporto con Roma, conserva inalterata capacità attrattiva ...

Sculture arboree
Andrea Gandini regala arte a Roma

Quando Napoleone Bonaparte incontrò a Parigi Antonio Canova, uno dei più grandi scultori italiani, parlarono del rapporto che Roma aveva con gli alberi e anche se Canova riferì che a Roma si preferiva piantare obelischi piuttosto che alberi, l’argomento sollevato dall’imperatore aveva piena legittimazione, perché già allora, era il 1810, Roma aveva una storia di alberi e verde da raccontare. Nel 2021 ricorre il 120esimo anniversario del passaggio di proprietà di Villa Borghese, uno dei parchi urbani più grandi e belli d’Europa, oasi naturale e architettonica nel centro della città, dalla famiglia Borghese, che ne era proprietaria, allo Stato che la acquistò per poi cederla al Comune di Roma ...

“Edizione straordinaria” di Walter Veltroni
E la cronaca si fa Storia con il racconto televisivo

Il susseguirsi frenetico delle notizie che raccontano il tempo in cui viviamo, amplifica le emozioni del presente ma rischia di allontanare i ricordi del passato, anche quelli emotivamente potenti che appartengono alla nostra storia. Se ciò accade, il presentismo senza memoria e senza futuro, inteso come difficoltà a vivere il tempo in una dimensione diversa dal presente, da rischio diventa realtà ...

La fotografia di Josef Koudelka
racconta le radici della nostra storia

Lunedì primo febbraio Roma ha cambiato colore e volto. La classificazione in zona gialla, per moderato rischio Covid, ha consentito la riapertura dei musei, siti archeologici e luoghi della cultura, dopo il fermo più lungo subito dalla fine della seconda guerra mondiale. 88 giorni di chiusura hanno reso più triste e povera la città che aveva già registrato, in maniera uniforme e diffusa in tutto il 2020, un calo di visitatori pari all’ 80% rispetto agli anni precedenti ...

Gabriele Ciampi
Musica e impegno civile

Era il 1954 e un film, “Un americano a Roma” raccontava al mondo l’America come era immaginata e fittiziamente vissuta a Roma dal protagonista Nando Moriconi, l’indimenticabile Alberto Sordi e da una intera generazione invaghita del sogno americano. Era il luglio 1963 e Roma accoglieva con entusiasmo John Fitzgerald Kennedy, l’iconico Presidente degli Stati Uniti che con il suo amore per l’Italia, rendeva l’America ancor più attraente e fascinosa ...

ROMA
Bellezza e caos

Roma è una città di straordinaria bellezza e di grande caos. Le due definizioni non sono in antitesi ma definiscono l’identità della città, conosciuta nel mondo per la sua dimensione archeologica, storica e museale. Ma Roma non è fatta solo di monumenti, resti archeologici, palazzi e chiese barocche, musei e luoghi istituzionali, strade eleganti e negozi fashion che la tradizione iconografica racconta ...

Con "le più belle frasi di Osho" la politica, italiana e internazionale, parla romanesco

Il romanesco, inteso come dialetto parlato a Roma, ha sempre suscitato simpatia per le sue particolarità  fonetiche, le parole troncate, le consonanti raddoppiate e  gli accenti distribuiti a raffica. Le poesie di Trilussa e i sonetti del Belli, le canzoni di Renato Rascel, le battute di Aldo Fabrizi, Alberto Sordi e Carlo Verdone e l’apoteosi del teatro romano di Gigi Proietti, lo hanno reso comprensibile e amato anche da chi romano non è. Ma il romanesco verace si nutre di battute quotidiane, modi di dire, espressioni tipiche che nascono da conversazioni comuni e situazioni normali ...

Facciamo finta che…tutto va ben

Che fosse un Natale diverso, era nella consapevolezza e nelle aspettative di tutti. Che molti lo continuassero a dire e a scrivere, anche in maniera stereotipata, lo si poteva prevedere. Che ci fosse qualcuno pronto a proporre idee nuove per rimodulare la fruizione e il godimento di riti collettivi e consuetudini della tradizione popolare di Roma e dei romani, era da augurarselo. Roma Capitale ha scelto questa soluzione, accogliendo un’idea originale di Maurizio Costanzo che si è fatta incontro virtuoso con la musica dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica ...

Il Presepe dei Netturbini e dei Papi
Incontro con Giuseppe Ianni

L’Epifania è il giorno in cui si completa ogni presepe con l’arrivo dei Re Magi che portano i doni, guidati dalla stella cometa, in ricordo dell’adorazione di Gesù nella grotta di Betlemme, ma è anche il giorno che tradizionalmente tutte le feste porta via. Si smontano i presepi, si ripongono personaggi e pastorelli e i simboli del Natale si trasformano da testimonianza a ricordo. A Roma, a pochi passi dal  Vaticano, in via dei Cavalleggeri 5, c’è un presepe in esposizione permanente da 49 anni, che accoglie pellegrini da tutto il mondo e che si offre, come luogo di preghiera e di incontro, nella ricostruzione di un pezzo di Palestina come era esattamente quando è nato Gesù ...

Calendario Storico Arma dei Carabinieri 2021
Il viaggio di un Carabinier narrante sulle orme del Sommo Poeta Dante

Cos’altro è l’Inferno se non una puntuale rassegna di storie criminali? A che cosa assomigliano i suoi gironi se non ai bracci di un penitenziario che accolgono i detenuti in base al tipo di reato?” Le parole del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri introducono alla lettura di un Calendario Storico per l’anno 2021 destinato a rimanere nella memoria dell’Arma e di quanti lo leggeranno, al di là dei 365 giorni che il Calendario tradizionalmente cadenza dal 1928. L’edizione 2021 segna un tempo scandito dall’incontro virtuoso della cronaca con la storia, personale e nazionale, vissuta da un Maresciallo fiorentino, dal giorno del giuramento all’ultimo di servizio attivo, sulle orme di Dante e della Divina Commedia di cui conosce ogni terzina ...

Presepe e Albero in Piazza San Pietro
Segni di speranza

 

Gesù che nasce è il Segno che Dio dona al mondo che soffre, ma per accogliere questo dono di grazia bisogna sentirsi piccoli, poveri e umili come i personaggi del Presepe”. Papa Francesco ha accolto in udienza speciale le delegazioni della Slovenia e dell’Abruzzo che hanno offerto l’Abete e il Presepe allestiti in Piazza San Pietro per il Natale 2020, invitando la comunità cristiana a valorizzare l’importanza dei “segni e simboli” natalizi oltre i quali è necessario andare per cercare il vero significato che essi sottendono e che è la costante ricerca di Gesù ...

ROMAISON

Roma è la città delle grandi Sartorie di Costume che realizzano abiti per il cinema, italiano e internazionale, quelle maison d’arte che hanno inventato la moda cinematografica e che hanno fjatto scuola nel mondo sviluppando una scienza artigianale oggi in mostra con un nome “ROMAISON” che unisce e collega Roma alla moda  e al cinema. Creazioni originali del ‘700, pezzi unici custoditi negli archivi straordinari delle Sartorie, costumi che hanno segnato la storia del cinema mondiale, cappelli, manufatti, divise sportive, abiti per pontefici, manichini e gioielli costituiscono le preziosità esposte in mostra all’Ara Pacis da Annamode, Costumi d’arte-Peruzzi, Farani, Pieroni e Tirelli. Sei Sartorie di costumi d’arte visitate dai più grandi protagonisti del cinema mondiale, da stilisti e couturier che a Roma hanno scelto abiti e reinventato mode attingendo dalla straordinaria ricchezza degli archivi di Sartorie che hanno saputo creare, ricercare e conservare ...

Pietro Mennea
La freccia del Sud

Pietro Mennea, per 17 anni l'uomo più veloce del mondo, sceglie a 16 anni la corsa, la più severa delle discipline agonistiche, come mezzo di affermazione personale e mentre guarda in televisione Tommie Smith vincere la medaglia d’oro nei 200 metri alle Olimpiadi del 1968, sogna di diventare anche lui un campione. Si impegna, ci riesce e fa ancora di più, diventa una leggenda, Pietro Mennea, la Freccia del Sud. Non è un predestinato, ha un fisico esile che comincia ad allenare tutti i giorni, tante ore, sull’asfalto, nei campi, sulla sabbia perché la sua Barletta, in Puglia, una pista non ce l’ha ...

Donne che parlano alle donne

Il 25 novembre, giornata internazionale ONU contro la violenza alle donne, ha 24 ore. I 364 giorni che completano il calendario, di ore ne hanno 8.736. Numeri che parlano da soli, come le 93 donne uccise finora nel 2020 in Italia, 1 donna ogni 3 giorni, 1 donna oggetto di violenza ogni 15 minuti. La panchina rossa simbolo della lotta contro la violenza alle donne, è una panchina di lancio, da cui partire il 25 novembre con la forza della disperazione e continuare a correre e a gridare tutti i 365 giorni dell’anno “Basta, si cambia pagina e lo si fa per sempre” ...

Sor Maestro Gigi Proietti
Dall’Ultimo Papa Re al cronista di nera, il ricordo del regista Luca Manfredi

Con Trilussa, Belli, Petrolini, Fabrizi, Sordi si fa un viaggio nella lingua dei romani che Gigi Proietti ha preso per mano e modellato, perché “er romanesco s’adatta a tutto”, pure ai silenzi. Epoche e maestri diversi, poesie, sonetti, canzoni e macchiette che racchiudono l’animo romanesco, il cuore e la pancia di un popolo che la parlata romana racconta stando sempre sul pezzo, adattandosi alle naturali evoluzioni, anche linguistiche, di una super città come Roma, bella come è bello “il romano, perché alla fine uno se l’aggiusta come je pare” ...

L’Italia saluta la prima first Lady italoamericana
raccontandole la sua storia e dedicandole una canzone

“Sono una Philly girl, cresciuta nella comunità italoamericana di Philadelphia”. Jill Jacobs, moglie di Joe Biden, 46esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, ha un cognome che prima della sua anglicizzazione era l’italianissimo Giacoppo e una storia familiare che per settimane è sembrata cominciare con il viaggio dall’Italia verso l’America di Angela Caruso Giacoppo, che da Gesso frazione di Messina, avrebbe raggiunto Napoli e il 19 maggio 1900 si  sarebbe imbarcata sulla nave Patria, direzione Ellis Island, porta e cancello del nuovo mondo, per  ricongiungersi al marito emigrato, portando con sè i figli Antonio, Natalina, Giovanna e Domenico, dieci, otto, cinque e due anni ...

LOCKDOWN ITALIA visto dalla Stampa Estera

Nei giorni in cui l’ipotesi di un nuovo lockdown, più o meno light, circola con insistenza, si conclude a Roma una mostra fotografica organizzata dall’Associazione Stampa Estera in Italia, la più grande organizzazione di corrispondenti esteri nel mondo, che documenta come è stato raccontato il lockdown italiano e le reazioni del primo Paese occidentale colpito dalla pandemia, dallo shock  della chiusura ai timidi tentativi di rinascita. Settanta immagini scattate da trenta fotografi provenienti da dieci Paesi e da alcuni corrispondenti italiani della Reuters, AP e AFP, le tre principali agenzie rappresentate nell’Associazione Stampa Estera ...

Mi chiamo Francesco Totti

La XV edizione della Festa internazionale del Cinema di Roma che si è svolta dal 15 al 25 ottobre è stata animata da un film che ha consacrato Francesco Totti simbolo contemporaneo della città e della sua squadra.  “Mi chiamo Francesco Totti” è il titolo che trae spunto dalla traccia di un tema assegnatogli  sui banchi di scuola “e  sono il Capitano della Roma” è la definizione che un Totti ormai maturo aggiunge al suo nome e cognome. E’ la storia incredibile di Francesco che costruisce la sua Tottità non solo nel calcio e nel mondo che gli ruota intorno, ma nell’appartenenza a una città e a una romanità nel cui ambito la Tottità si forma ...

Viaggio nello sceneggiato giallo RAI

Il commissario Maigret, il tenente Sheridan, la giornalista investigatrice Laura Storm, Padre Brown, Nero Wolfe, sono alcuni dei personaggi nati dalla penna di grandi scrittori e diventati protagonisti di sceneggiati televisivi, sia di quelli che hanno tratto linfa dalle grandi opere letterarie internazionali sia dei cosiddetti “originali televisivi”, ideati, prodotti e confezionati esclusivamente per la televisione. Alcuni personaggi sono stati percepiti come compagni di vita da milioni di telespettatori, che li trascinavano idealmente fuori dallo schermo trasportandoli nella loro quotidianità, fatta di chiacchiere al bar e cene tra amici alla ricerca della soluzione di un enigma che lo sceneggiato costruiva di puntata in puntata ...

L’Ispettorato Vaticano di Pubblica Sicurezza compie 75 anni
Il dirigente Luigi Carnevale lo racconta

Un’udienza speciale di Papa Francesco, una mostra, un libro e un francobollo celebrano il 75esimo anniversario dell’Ispettorato di Pubblica Sicurezza Vaticano, l’Ufficio Speciale della Polizia di Stato che dal 15 marzo 1945 veglia sulla sicurezza del Pontefice e sui luoghi sacri dello Stato Vaticano ...

Roma “distanziata” nel racconto del regista
Stefano Calvagna

La 77esima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, la più antica del mondo dopo gli Oscar, che ogni anno a settembre catalizza l’attenzione del mondo cinematografico internazionale, nella narrazione cinematografica del contemporaneo ha parlato di Roma in pieno lockdown. Le immagini della capitale del primo Paese europeo alle prese con l’emergenza sanitaria, diffuse e rilanciate dai media di tutto il mondo, hanno raccontato una Roma sola e tragica ma bellissima ...

Un francobollo celebrativo consegna alla storia
Sandra Mondaini e Raimondo Vianello

Il MISE, ministero per lo sviluppo economico e Poste Italiane dedicano un francobollo celebrativo a Sandra Mondaini e Raimondo Vianello a 10 anni dalla loro scomparsa. In 5  mesi, da aprile 2010 a settembre dello stesso anno, ci lasciano prima Raimondo e poi Sandra e l’Italia perde due grandi protagonisti dello spettacolo, amati dalla platea televisiva, cinematografica e teatrale ...

CRUOR
Al Museo Carlo Bilotti

Roma ha un museo di arte contemporanea intitolato a una illuminata figura di imprenditore italoamericano, Carlo Bilotti, partito da Cosenza, vissuto a NY, innamorato dell’Arte che ha collezionato e valorizzato come presenza costante e attiva nella vita e nel lavoro. Carlo Bilotti, scomparso nel 2006, l’anno in cui alcuni dei suoi progetti culturali più significativi trovavano concreta realizzazione, va ricordato come collezionista, mecenate, amico di molti artisti internazionali, appassionato promotore della interazione tra arte e ambiente urbano che lo ha portato a realizzare il MaB ...

Quando Roma mise le ali
Intervista con l'Ad di ADR Marco Troncone

Atterrare all’aeroporto di Fiumicino ha un sapore e un significato particolare. E’ l’aeroporto di Roma, la città dalla storia millenaria, centro di spiritualità, capitale e porta intercontinentale d’ingresso di un Paese amato in tutto il mondo. Esattamente sessanta anni fa nasceva l’aeroporto Leonardo Da Vinci, inaugurato in occasione delle Olimpiadi di Roma ...

Il volto urbanistico di Roma
Intervista con Luca Montuori

Sessanta anni fa Roma ospitò le Olimpiadi, scrivendo una pagina bellissima rimasta nella storia dei Giochi Olimpici e della città. Nei pochi anni trascorsi da quando il Comitato dei Giochi assegnò alla capitale italiana l’organizzazione della XVII edizione delle Olimpiadi al 25 agosto 1960 quando furono inaugurate, Roma cambia volto. La città dalla storia eterna, accetta e vince la sfida di ripensarsi urbanisticamente, progetta e realizza infrastrutture e impiantistica sportiva, perfino un Villaggio Olimpico nel centro urbano cittadino per accogliere 5.338 atleti provenienti dalle 83 nazioni partecipanti ...

Correttezza, lealtà e solitudine del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa
nel ricordo della figlia Rita

Il 27 settembre 1920 nasceva a Saluzzo, nel Piemonte sabaudo, un uomo la cui storia personale ha incrociato per tutta la vita la grande storia italiana, dal regno d’Italia alla repubblica. La sua morte, per mano mafiosa, ha tragicamente consegnato alla storia Carlo Alberto Dalla Chiesa, Generale dell’Arma dei Carabinieri.  Il centenario della nascita cade nello stesso mese in cui si commemorano i 38 anni dalla strage di via Carini, a Palermo, nella quale fu ucciso in una sera di settembre del 1982, 120 giorni dopo essere stato nominato prefetto di Palermo ...

La Ciociara compie 60 anni

La Ciociara, il film che ha raccontato al mondo gli ultimi drammatici mesi della seconda guerra mondiale, vissuti nel fronte della linea Gustav e decisivi per la sorte del conflitto, compie 60 anni. L’impareggiabile emozione che accompagna da sempre la visione e il ricordo del film, si fa memoria viva nei luoghi dove il regista Vittorio De Sica lo girò, piccoli paesi del Lazio Meridionale, a poca distanza da Roma, in una terra di confine tra Ciociaria e Agro Pontino, testimoni silenti di una storia tragica indimenticata e indimenticabile ...

Chiamatelo Luigi

La notizia di un neonato lasciato nella culla termica antistante una chiesa, riporta a tempi e atmosfere lontane, quando era diffuso il fenomeno dell’abbandono dei bambini, nati nel posto o nel momento sbagliato, in contesti sociali che convertono in un doloroso distacco la gioia di una nascita. Il fenomeno ha origini antiche che si perdono nella notte dei tempi, ricordiamo che Mosè venne messo in una cesta di vimini e abbandonato sulla riva del Nilo e come poi il profeta fu raccolto e adottato dalla figlia del faraone ...

Roma ad agosto
Dalla A alla Zetema

Roma ad agosto è da raccontare, soprattutto se l’estate è quella del 2020. L’emergenza sanitaria che ha sconvolto il mondo, cambiato equilibri, ridisegnato scenari collettivi e personali, ha avuto un impatto notevole sulle città d’arte,  in particolare su quelle a vocazione turistica internazionale, che hanno dovuto ripensare tempi, luoghi  e nuove platee, di una estate italiana in epoca Covid. Roma, da sempre polo di attrazione turistica e culturale, una delle città più visitate al mondo, l’oggetto del desiderio di milioni di viaggiatori che la visitano più volte, perché per conoscere “Roma, non basta una vita”, fronteggia l’imprevisto ...

“Per gioco”
L’età d’oro del giocattolo in mostra a Roma

Piazza Navona, luogo tradizionalmente evocativo di giochi e giocattoli della Befana romana, accoglie il Museo di Roma a Palazzo Braschi, fastoso edificio settecentesco e scenario ideale per una mostra affascinante sull’età d’oro del giocattolo, che comprende gli anni tra il 1860 e il 1930, inaugurata il 25 luglio e visitabile fino a gennaio 2021. “Per gioco. La collezione di giocattoli antichi della Sovrintendenza Capitolina”, propone una selezione di 700 pezzi della straordinaria raccolta rilevata dalla Sovrintendenza dal collezionista perugino Leonardo Servadio,  che aveva a sua volta rilevato il Leksakmuseum dello svedese Peter Plumtky ...

Il Museo della scuola
Paolo e Ornella Ricca

La scuola italiana appare oggi in un cambiamento epocale, per le modalità didattiche a distanza e per il ripensamento di luoghi e spazi in vista della riapertura. Si progettano nuovi banchi scolastici  concettualmente lontani dalla postazione tradizionale che, a parte trascurabili cambiamenti, ha accompagnato generazioni di studenti. Il pensiero corre a tutto ciò che storicamente ha caratterizzato la scuola intesa come luogo e spazio fisico e agli oggetti che hanno fatto da corredo e raccontato la sua storia ...

Banksy
La porta con “La ragazza in lutto” torna al Bataclan

Banksy, l’artista più rappresentativo della Street Art, tra le personalità più influenti dell’arte contemporanea mondiale, nasconde la sua identità dietro a uno pseudonimo e fa dell’invisibilità, che considera un superpotere, la cifra esistenziale, affidando  messaggi  forti ed evocativi a opere che raccontano, denunciano, omaggiano. Dipinti, serigrafie, stencil, murales, installazioni testimoniano la straordinaria attenzione dell’artista alle contraddizioni del mondo contemporaneo. Le sue opere comunicano parole non dette ed emozioni elaborate in silenziosa riflessione ...

Carosello...
e poi tutti a nanna

La televisione e il televisore, due parole che nascono insieme e insieme definiscono due realtà che hanno cambiato l’Italia. La televisione arriva dopo la radio, con la forza dirompente delle immagini e apre una finestra sul mondo. Il televisore è una scatola magica da cui escono immagini traballanti in bianco e nero e diventa il sogno degli Italiani. Nel 1954, quando entrambe le parole cominciano a circolare in modo consapevole tra la gente, un televisore costa 250mila lire, l’equivalente del reddito annuo di una famiglia di ceto medio. Il costo proibitivo lo rende desiderato da molti ma acquistabile da pochi ...

Ennio Morricone
Note per tutti, note per sempre

Ennio Morricone e la sua musica sono parte integrante della narrazione dell’Italia all’estero. Non c’è aspetto della vita culturale e artistica italiana che non intersechi il suo racconto con la straordinaria arte di Ennio Morricone. La sua scomparsa consegna il compositore, già nella storia della musica, all’eternità e le sue note, nate per tutti, diventano note per sempre. La sua musica resterà a raccontare e a emozionare, chi la incontra nell’esecuzione e chi la incontra nell’ascolto ...

L’Abbazia di Montecassino
tra spiritualità, arte, cultura e natura

San Benedetto fonda nel 529 d.C il monastero di Montecassino, dove scrive la sua Regola improntata a quell’Ora et Labora che ispira da 15 secoli la vita delle comunità monastiche e diffonde nel mondo i valori universali di pace e fratellanza. La spiritualità incontra l’operatività e si riflette in tutti gli aspetti della vita quotidiana, culturali, sociali ed  economici. E’ così da secoli ed è da questo presupposto che oggi nasce la Birra Montecassino che racconta una storia dal sapore antico, la storia della birra d’Abbazia più antica d’Europa, narrata in molti testi, riprodotta con la tecnica dell’antica tradizione nei terreni dell’Albaneta, una tenuta di 300 ettari che circonda il monastero, messi a produzione con il contributo e l’apporto sinergico di attori economici diversi ...

Il tempo di Caravaggio e dei Caravaggeschi
in mostra ai Musei Capitolini

Roma supera l’eccezionalità delle mostre visitabili solo virtualmente nel palinsesto digitale che la sua rete museale, durante il lockdown, ha offerto con la campagna #LaCulturaincasa e riapre alla godibilità delle visite in presenza, nei luoghi della cultura, seppur contingentate e in applicazione delle indicazioni di sicurezza sanitaria. I Musei Capitolini, in piazza del Campidoglio, il più antico museo pubblico del mondo, nato nel 1471 per accogliere la donazione di un gruppo di statue bronzee che Papa Sisto IV fece al popolo romano, sono la prestigiosa sede ospitante di una mostra dedicata al Caravaggio e ai caravaggeschi visitabile fino al 13 settembre ...

La Fellinette
Una favola muta celebra Federico Fellini

Roma celebra Federico Fellini, nel centenario della nascita, intitolando un tratto del Lungotevere al genio multiforme e creativo, innamorato di Roma, che ne suggella il rapporto speciale con la città. Percorrere Lungotevere Federico Fellini sarà evocativo di immagini e scene, animate dai personaggi dell’incredibile mondo felliniano, che il regista ha raccontato, tra sogno e realtà, con un cinema pittorico e poetico che da Roma ha conquistato il mondo. Alla targa che ricorda lo storico indirizzo di via Margutta 110, la sua casa romana e al mitico Teatro 5 di Cinecittà a lui dedicato, Roma aggiunge Lungotevere Federico Fellini ...

Viaggio nel Parco Archeologico del Colosseo
con il Direttore Alfonsina Russo

Il Parco Archeologico del Colosseo riapre al pubblico nazionale e internazionale, dopo il lockdown, pronto ad accogliere milioni di visitatori nel sito che è l’icona della archeologia mondiale. Osservatorio Roma e America Oggi raccontano il viaggio tra le meraviglie delle antiche rovine romane, guidati dal Direttore del Parco Alfonsina Russo, studiosa di altissimo profilo scientifico, eccellenza della archeologia mondiale che unisce alla passione per la storia e l’archeologia, una particolare sensibilità nella valorizzazione e cura del patrimonio paesaggistico ...

Tosca D’Aquino
Eduardo De Filippo come Shakespeare e Pirandello

 

Il 24 maggio il mondo della cultura italiana ha celebrato i 120 anni dalla nascita di Eduardo De Filippo, l’autore,l’ attore, il regista che ha arricchito il teatro napoletano con pagine che raccontano la vita attraverso tematiche universali e storie che non hanno tempo. Napoli, scenario comico e drammatico, intenso e appassionato di una rappresentazione teatrale che ci vede tutti attori sul palcoscenico della vita, si apre al racconto dell’umanità ...

Orietta Berti
L’usignolo della musica italiana

La canzone della tradizione melodica italiana è bella da ascoltare e da raccontare. I favolosi anni ’60 e ’70, generosi nella produzione musicale di brani apprezzati e cantati anche all’estero, sono ricordati con l’allegria di canzoni spensierate, specchio di una società giovane e curiosa. Oggi, a distanza di 50 anni, quelle che sembravano canzonette, svelano i sogni e i sentimenti di una generazione raccontata dai Musicarelli, film musicali che avevano come protagonisti i cantanti e le canzoni del momento, la cui immagine iconografica contribuisce a ricostruire la socialità e i sentimenti di quegli anni di Italian happy days ...

Nilde Jotti
Madre costituente d’Italia e d’Europa

Cento anni fa nasceva Nilde Jotti, partigiana, madre costituente della Repubblica, parlamentare italiana ed europea, prima donna Presidente della Camera dei Deputati, una straordinaria donna italiana il cui ricordo deve essere coltivato non solo nell’occasione, seppur solenne, del centenario ...

Monica Guerritore
Il teatro racconta l'umanità

La chiusura improvvisa e drammatica delle sale teatro, “sacra sede dell’umano sentire e luogo dove si allena il sentimento”, ha interrotto il racconto dell’essere umano, fatto da altri esseri umani. Questo è il teatro da sempre, il racconto di un uomo che diventa racconto dell’umanità. Un teatro chiuso non ha più voce e oggi la sua voce servirebbe per raccontare e metaforizzare il tempo buio che viviamo. Il teatro è favola ma anche parabola drammatica e solo chi lo conosce bene per averlo scelto come via, può aiutare a comprenderlo. Monica Guerritore racconta il teatro come la  favola che l’ha portata, appena quindicenne, al Piccolo Teatro di Milano ad accompagnare un’amica al provino per il  ruolo della figlia di Ljubov Andreevna ne “Il giardino dei ciliegi” di Cechov, messo in scena da Giorgio Strelher che invece scelse lei, dopo averla fotografata e cercata con un annuncio sul Corriere della Sera, non avendo alcun recapito ...

Musicisti con le stellette
Intervista con il M° Direttore della Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri col. Massimo Martinelli

Il 2020 è un anno di anniversari importanti per la Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri. Si celebra il bicentenario della nascita, il centenario della attuale denominazione in ricordo del 15 marzo 1920, quando la musica dell’Arma venne denominata ufficialmente Banda Musicale dell’Arma dei Carabinieri e i 100 anni trascorsi dalla vibrante partecipazione della Banda alla cerimonia solenne di consegna, sull’Altare della Patria, della prima Medaglia d’Oro al valor militare alla Bandiera dell’Arma ...

Cristina Comencini
tra cinema e impegno civile per una nuova Europa

Parlare con Cristina Comencini significa entrare in mondi diversi e affascinanti. Cinema, televisione, teatro, letteratura la raccontano come regista, sceneggiatrice, scrittrice raffinata e di successo. Erede di un’arte antica e preziosa, quella del padre Luigi, il regista che ha regalato al cinema italiano capolavori indimenticabili, da Pane, amore e fantasia ai film della Commedia all’Italiana, Cristina racconta l’Italia e i suoi cambiamenti attraverso i personaggi, soprattutto femminili, della sua produzione artistica ma anche con un impegno civile che tende alla costruzione di una società in cui uomini e donne siano finalmente pari ma non uguali, nel rispetto di differenze capaci di testimoniare una storia e costruire un futuro ...

Gianni Rodari
e le sue favole meravigliose

L’anno rodariano indetto per ricordare Gianni Rodari nel centenario della nascita, nel cinquantenario del Premio Anderson e nel quarantennale della scomparsa è in corso di svolgimento in una realtà inimmaginata e inimmaginabile, dove non si va a scuola ma le maestre sbucano da una strana macchina che non è quella “per fare i compiti che un ometto buffo, alto poco più di due fiammiferi, vende al babbo prendendo in cambio il cervello del suo bambino”,  dove i nonni si vedono solo per telefono e ogni sera raccontano una favola, breve, perché altrimenti la connessione cade, e i gatti, nel silenzio della città deserta “si radunano sui tetti a far concerto”,  e i “ranocchi di Villa Sciarra vivono su una foglia tra cucina, salone e stanza” ...

La cultura del digitale si fa necessità
Intervista con il Gen. Rapetto, lo sceriffo del web

Cosa succede quando la cultura del digitale, teoricamente e astrattamente intesa, si fa necessità in una quotidianità che nel lavoro si declina in smart working, nella didattica scolastica in e-learning, nella relazione umana in videocall?  L’Italia è preparata, a partire dal settore della Pubblica Amministrazione, a erogare correttamente servizi online al cittadino? Gli Italiani che per età e impreparazione culturale non appartengono alla generazione dei nativi digitali, con quale grado di consapevolezza si calano nella nuova dimensione virtuale di un onlife che riguarda tutti? ...

Permette? Alberto Sordi

 Roma celebra il centenario del suo ottavo re, sindaco onorario per un giorno, l’ americano a Roma che  al suono di  orait orait sfida il “macarone e se lo magna”, il faccione immenso che nel cinema ha segnato un’epoca, la voce che ha fatto parlare Ollio, Oliver Hardly, agli Italiani, il romano de Roma che da Roma “nun se n’è mai annato, mannanno l’artri a quer paese, in musica naturalmente, perché anche quello sapeva fare. Alberto Sordi, icona della romanità più vera, furbetta e sfottente, ma anche simbolo di vizi e virtù dell’italiano medio che ha raccontato con duecento film, tanta radio, innumerevoli partecipazioni televisive,   personaggio e persona distinguibili solo in filigrana, verrà festeggiato con una serie di iniziative e con una mostra allestita nella sua casa museo sull’Appia Antica ...

L'italoamericanità di Renzo Arbore

Tutti a casa. Renzo Arbore vive l’imperativo categorico non come limite ma possibilità e aggrega un pubblico, gaudente e plaudente, a cui somministra, da un palcoscenico virtuale, dosi quotidiane di buona musica, dalla canzone napoletana di Carosone a Dean Martin e ottima televisione, con sketches memorabili e personaggi indimenticabili. E tutto questo con l’entusiasmo pionieristico, quasi carbonaro che lo caratterizza, sempre alla ricerca di quel nuovo che sa di antico, che attrae, diverte, unisce ...

Enrica Bonaccorti
Infotainment e “lontananza”

Il tempo che viviamo costringe un gran numero di persone a stare in casa.  Cambiano inevitabilmente gli equilibri di chi la casa la vive e di chi ci entra, anche se solo virtualmente. Il ruolo della televisione va necessariamente ripensato, a cominciare dall’ infotainment, che plana tra information ed entertainment, per adeguarlo a nuove platee e a nuove esigenze. La televisione e la radio, generalista e tematica, restano le finestre sul mondo più accessibili a tutti, soprattutto a chi ha ancora poca confidenza con la rete ...

Le suore verdi della cultura

Roma sta vivendo giorni difficili, sospesa nel desiderio di ritorno a una normalità che veda le chiese, i musei e tutti i luoghi di cultura aperti, le iconiche piazze affollate, i monumenti e i resti archeologici testimonianze vive di una narrazione storica capace di proporsi con rinnovato slancio e stupore. Intanto ci regala la storia interessante di una comunità di suore, appassionate di arte, impegnate in un entusiasmante progetto di Arte e Fede, con il quale fanno catechesi attraverso la bellezza dell’arte ...

Dio non abita più qui?

Dio non abita più qui?” è il titolo forte e provocatorio di un Convegno internazionale, convocato dal Pontificio Consiglio della Cultura, in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana e la Pontificia Università Gregoriana, svoltosi nell’anno europeo del patrimonio culturale i cui Atti sono stati pubblicati e presentati in questi giorni a Roma. Il tema è la dismissione dei luoghi di culto e la gestione integrata dei beni culturali ecclesiastici, che al di là del tecnicismo della definizione, è un aspetto con cui si confrontano tutte le comunità, civili e religiose, in Italia e all’estero, nelle metropoli e nei borghi antichi ...

Roma oggi

“Roma mai vista così bella”. L’espressione  che circola sui social e rimbalza nelle interviste televisive estemporanee, distrae  da quello che è e resta il vero tema. Roma non è vuota perchè possa essere bella, non è anestetizzata dalla assenza nelle strade dei suoi abitanti affinchè le sue bellezze monumentali si riposino. Roma è vuota e senza anima perché costretta, ferita dolorosamente dalla potenza di un nemico che minaccia la città e i suoi abitanti e che parla un linguaggio ancora sconosciuto. Roma non ama la dimensione museale a cui è in questi giorni costretta. Non è più bella senza i cittadini che la vivono, la colorano e la rallegrano ...

La filosofia ci salverà
Intervista con Luciano Floridi, il teorico dell’onlife

Le scoperte e le intuizioni scientifiche, una volta conquistate, sono patrimonio dell’umanità, qualunque sia il loro ambito di afferenza e la nazionalità dei protagonisti. Tuttavia partecipare alla cerimonia di assegnazione del Premio Socrate, la cui finalità è il recupero e rilancio della meritocrazia intesa come valore, individuando ogni anno personalità affermatesi in ambiti diversi per meriti oggettivi e indiscutibili e sapere che il vincitore del Premio Socrate  2020 per la scrittura è uno dei più raffinati e rivoluzionari filosofi dell’Etica dell’Informazione, un romano di origine che racconta una fortunata storia di emigrazione italiana, suscita sentimenti di orgoglio patriottico ...

Gabriele Ciampi conquista l’America
con una valigia piena di note

Romano, cresciuto all’ombra della Cupola di San Pietro, respirando musica nella storica azienda di famiglia che produce pianoforti, tra incontri e frequentazioni con i nomi più prestigiosi della grande tradizione musicale italiana, Gabriele Ciampi incarna la realizzazione di un sogno americano contemporaneo. Nel 2012 esce dal nido sicuro e confortevole della sua dimensione romana e spicca il volo verso l’America con una valigia piena di note e tanta voglia di comporre ...

Un bianco e nero che appassiona
Intervista con Maria Pia Ammirati, Direttore di RAI TECHE

Il 3 gennaio 1954 va in onda la trasmissione inaugurale della RAI, Radiotelevisione Italiana. L’evento segna un passaggio epocale, perché da quel momento, nulla sarà come prima. L’Italia comincia concretamente a unirsi, a conoscersi, a capirsi. Parte una alfabetizzazione linguistica necessaria in una terra caratterizzata da marcati dialetti regionali, dove la conoscenza e l’utilizzo corretto della lingua italiana comincia a diffondersi attraverso la dizione perfetta degli speaker RAI o le lezioni del maestro Alberto Manzi che con la storica trasmissione televisiva “Non è mai troppo tardi”, alfabetizzando gli Italiani, riesce a far prendere la licenza elementare a quasi un milione e mezzo di persone ...

Carnevale Romano e Cavalli a Roma
Una tradizione che si rinnova

Roma è una città storicamente legata al cavallo e al suo rapporto con l’uomo. Lo raccontano le numerose testimonianze equestri, nella tradizione che omaggia il cavallo, considerato nell’antica Roma alla stregua di un semidio e nell’arte, scultorea e pittorica, dove è costantemente rappresentato. Le tombe equestri, sull’Appia Antica, pareggiano, per bellezza e importanza,  quelle degli imperatori. Le corse delle bighe e delle quadrighe nel Circo Massimo erano ritenute, dagli antichi Romani, avere capacità divinatorie. L’imperatore Caligola nominò senatore il suo cavallo Incitatus, che sedeva al suo desco. Le fontane più belle sono arricchite da cavalli, la Fontana di Trevi, la Fontana dei Quattro fiumi e quella dei Cavalli marini ...

Le emozioni su tela di
Marcella Caja

Nascere a Roma nel 1895 e vivere fino al 1983, ha una dimensione storica e sociologica particolare che assume ancor più importanza se si parla di una donna, nata alla fine dell’Ottocento, vissuta subendo due guerre mondiali, incrociando cambiamenti epocali nei costumi, nelle consuetudini, nei rapporti familiari. In una vita in cui tutto cambia, c’è una costante, l’amore per la pittura, coltivato ed esercitato con talento, sostenuto da studi adeguati all’Accademia di Belle Arti, nutrito di premi prestigiosi come il “Pensionato per la figura” dell’Accademia di San Luca, arricchito da partecipazioni ad associazioni, mostre, rassegne, esposizioni in Gallerie d’Arte ...

Roma da 150 anni capitale degli Italiani

Roma Capitale d’Italia si avvia a festeggiare il suo 150° anniversario. Una legge del 3 febbraio 1871 istituiva la città capitale del Regno d’Italia, al quale era stata annessa pochi mesi prima con lo Stato Pontificio. Vittorio Emanuele II era il re dello Stato unitario proclamato il 17 marzo 1861 con l’Unità d’Italia, Pio IX il Papa contrario all’annessione che sanciva la fine del potere temporale. L’istituzione di Roma capitale aveva un antefatto nella presa di Roma, nota come Breccia di Porta Pia, avvenuta il 20 settembre 1870 ad opera dei bersaglieri dell’esercito italiano che sconfissero le guardie pontificie e innalzarono il Tricolore sulla città eterna scelta come capitale d’Italia. Il 2 ottobre dello stesso anno, i romani espressero il loro assenso all’annessione di Roma al Regno d’Italia con un Plebiscito popolare dall’esito entusiasticamente positivo ...

Memoria che genera futuro
Intervista con Ruth Dureghello, Presidente Comunità Ebraica di Roma

Senza memoria non ci può essere storia”: Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto, testimone attiva della Shoah italiana e senatrice a vita della Repubblica. “La memoria delle vittime della Shoah è patrimonio dell’intera nazione che va onorato, preservato e trasmesso alle nuove generazioni”: Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica Italiana. Parole nette che sintetizzano il significato profondo della Giornata della Memoria,  celebrata in tutto il mondo il 27 gennaio di ogni anno, a ricordo  della liberazione del campo di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche avvenuta il 27 gennaio 1945. La guerra sarebbe terminata pochi mesi dopo, ma quella data ha segnato un tempo, la presa di coscienza di un mondo, fino ad allora indifferente e silente alle incomprensibili atrocità che una parte di umanità scellerata si era impegnata a realizzare. La Giornata della Memoria commemora 15 milioni di vittime dell’Olocausto nei campi di sterminio nazisti. 6 milioni erano Ebrei, condannati alla “soluzione finale” solo perchè Ebrei. La Shoah è il nome ebraico che indica il loro genocidio ...

La voce del cinema in Tv
Intervista con Vincenzo Mollica

Il cinema italiano è da sempre motivo di orgoglio nel mondo, veicolo narrativo di bellezze paesaggistiche e artistiche, di un Paese e della sua storia, conosciuto e apprezzato anche attraverso immagini cinematografiche iconiche, rimaste nella memoria collettiva che hanno contribuito alla percezione di un’Italia bella, ricca di arte, cultura, natura ed  espressione di uno spirito simpaticamente italico che ha incuriosito e attratto il mondo. “Marcello, come here” la scena cult nella Fontana di Trevi, con Anita Ekberg e Marcello Mastroianni è l’emblema del racconto di una città, di un Paese e di una storia, nonché di un modo di fare cinema, affidato alle dirompenti immagini del film “La dolce vita” di Federico Fellini che ha raccontato un’epoca ...

Educazione al dovere essenza di Carabinierità

La cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2019/2020 della Scuola Ufficiali Carabinieri, il massimo istituto di formazione dell’Arma dei Carabinieri, che si è svolta a Roma il 24 gennaio, ha restituito l’idea di una Istituzione, capillarmente diffusa in tutto il territorio nazionale, che si declina tra tecnicalità ed etica, per affrontare le sfide di una ordinaria quotidianità che può, come sovente accade, trasformarsi in straordinarietà, che le donne e gli uomini dell’Arma dei Carabinieri sono pronti ad affrontare e gestire. La tutela della sicurezza nazionale si realizza attraverso la prevenzione e la repressione dei reati ma anche con una presenza partecipata alle inquietudini dei cittadini, resa possibile dalla attualità di quel “bicentenario modello di prossimità dell’Arma che coniuga efficienza operativa e qualità dell’Arma” ricordato dal Comandante Generale C.A. Giovanni Nistri ...

Il Senato omaggia Ennio Morricone

Il Senato della Repubblica omaggia il Maestro Ennio Morricone, ambasciatore della musica italiana nel mondo e riferimento per intere generazioni di musicisti che hanno tratto e traggono ispirazione dalla versatilità della sua musica, espressa nelle molteplici declinazioni della sua produzione artistica che incontra il pop, il jazz, la musica classica e il rock. I temi musicali che hanno accompagnato produzioni cinematografiche rimaste nella storia del cinema italiano e internazionale, raccontano anche una storia straordinariamente autonoma, che sopravvive ai film continuando a regalare emozioni e suggestioni senza confini di tempo e di spazio ...

Cultura e Turismo ambasciatori di italianità

Il MIBACT, il ministero per i beni e le attività culturali e turistiche e ENIT, l’ente nazionale del turismo, presentano il Piano Annuale del Turismo Italiano per il 2020 sulla scia delle soddisfazioni che il settore ha registrato nell’anno  appena concluso. L’italianità, intesa come specificità di storia, cultura, territori, ambiente ma soprattutto come arte del vivere italiano, interessa e attrae il turismo domestico e internazionale, sia proveniente dai mercati consolidati di Europa e USA, sia dai nuovi mercati, soprattutto orientali, per i quali il Sistema Italia si sta attrezzando, con un turismo che proponga esperienze e susciti emozioni, all’insegna della innovazione, accessibilità e sostenibilità ...

Il Corteo Storico della tradizione e del folklore italiano
W La Befana a Piazza San Pietro

Tutte le strade portano a Roma e tutte conducono a Piazza San Pietro, centro della cristianità nel mondo che nel periodo delle festività natalizie si riempie di simboli e tradizioni. Il desiderio di affermare e tramandare i valori dell’Epifania, la solidarietà e lo spirito di comunità che si esprime anche attraverso i doni portati dai Re Magi al Santo Padre, caratterizzano la manifestazione “W la Befana” che si svolge ogni anno, nel giorno dell’Epifania, a San Pietro, come momento di felice espressione dell’artigianato e dei prodotti tipici, della storia e delle tradizioni dei piccoli comuni, desiderosi di far conoscere e promuovere le risorse dei loro territori ...

Festa del Tricolore

Il 7 gennaio è la Festa del Tricolore, la Giornata Nazionale della Bandiera italiana che celebra il suo 223° anniversario. La ricorrenza, istituita ufficialmente nel 1997, non è ancora adeguatamente conosciuta. Molti Italiani, sia in patria che all’estero, ignorano ci sia un giorno dedicato alla Bandiera, quel tricolore che “divenuto simbolo dell’Italia, del suo popolo e dell’italianità nel mondo, è elemento che ci contraddistingue in ogni luogo e in ogni ambito… e che racchiude i sentimenti di unità e di coesione, rappresenta i nostri valori e l’identità nazionale e costituisce ideale legame tra le diverse generazioni e tra tutti gli Italiani o figli di Italiani residenti all’estero”, come ha ricordato  il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della Festa. L’ anniversario è stato celebrato anche a Roma, oltre che a Reggio Emilia dove tutto ebbe inizio, nel piazzale antistante il Palazzo del Quirinale, la casa di tutti gli Italiani, con il Cambio della Guardia Solenne che prevede lo schieramento e lo sfilamento del Reggimento Corazzieri e della Fanfara del IV Reggimento Carabinieri a cavallo ...

C’era una volta Sergio Leone

C’era una volta il West e il suo cinema, raccontato e reinventato da un regista trasteverino, intriso di romanità, che nel 1964 ha avuto l’ambizione, riuscendoci, di riscrivere completamente le regole del western, il genere cinematografico allora più importante. “Il buono, il brutto, il cattivo”, “C’era una volta il West”, “Per un pugno di dollari”, C’era una volta in America”, sono film che appartengono alla memoria personale e collettiva italiana e internazionale e che hanno aperto le porte a un nuovo modo di fare cinema, fatto di silenzi da ascoltare, spazi dilatati,  suoni, rumori, intensi primi piani, di volti e di stivali,  pensati  dal regista per riscrivere, con pagine nuove, copioni che il tempo aveva in parte consunto. La sfida, coraggiosa e audace, completamente riuscita, ha lasciato una eredità preziosa, silente custode di un retroterra culturale che si muove agilmente tra ispirazioni e fonti culturali importanti, conservandone l’essenza senza sbandierarne la presenza ...

La Carabinierità tutela la biodiversità
Il Calendario CITES lo racconta

L’Italia ha un importante patrimonio ambientale, costituito da foreste, lagune, laghi, fiumi, abitati da fauna selvatica, risorse preziose e gioielli naturalistici che ne caratterizzano tutto il territorio. Custodisce il maggior numero di specie animali e vegetali del continente europeo, tutelate dall’impegno sinergico tra soggetti istituzionali – Ministero dell’Ambiente, Dogane, Guardia di Finanza, Interpol, Europol, Arma dei Carabinieri - e associazioni ambientaliste. L’Arma dei Carabinieri scrive ancora una volta una pagina bellissima della sua Carabinierità, tutelando la conservazione della biodiversità, fondamentale per la sopravvivenza del genere umano, attraverso la gestione delle 130 Riserve naturali dello Stato e delle 18 aree demaniali di interesse naturalistico, distribuite su 130 mila ettari di territorio ad alta concentrazione di biodiversità, autentici scrigni di bellezza in cui convivono storia e natura, cultura e paesaggio ...

Pippo Baudo sostiene la ricerca per il cancro
AIRC nel cuore dell'Istituto Tozzi

di Andrea Pontone

Nella suggestiva location del Roma Cavalieri, A Waldorf Resort va di scena la XXXVIII edizione del Gala di fine anno dell’Istituto Mons. E. Tozzi. Un appuntamento che, da quasi quarant’anni, offre la possibilità agli studenti e alle rispettive famiglie di avere un libero incontro con i docenti, in una dimensione diversa rispetto a quella scolastica. La gioia, libera e serena, di festeggiare il Natale viene condivisa da alunni, genitori e professori, in una serata ricca di spettacolo. Le coreografie dei balli e le scene teatrali, espressioni dell’energia e della creatività sprigionata dagli organizzatori, fanno da cornice a un evento capace di emozionare ...

La Musica compagna di Fede
Intervista con Monsignor Marco Frisina

Natale è la festa religiosa che celebra la nascita di Gesù e l’inizio di una nuova era della storia. Il mondo cristiano guarda Roma e Piazza San Pietro, cuore del cattolicesimo, da cui partono rinnovati input di evangelizzazione che si diffondono anche attraverso i simboli del Natale. Papa Francesco, in visita a Greccio, il piccolo paese sull’appennino laziale dove San Francesco realizzò il primo Presepe nel 1223, ha riaffermato la solennità della Natività nella Lettera Pastorale del 1 dicembre, invitando a esporla nelle case, nei luoghi di lavoro, nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri, nelle piazze perché “il Presepe contiene diversi misteri della vita di Gesù e li fa sentire vicini alla nostra vita quotidiana”. E Piazza San Pietro ha accolto i simboli del Natale con la cerimonia solenne di accensione delle luci del Presepe e dell’Abete che oggi raccontano la storia semplice di comunità trentine e venete, turbate dalla tempesta Veia che lo scorso anno ha devastato le loro montagne e abbattuto alberi secolari. Il Presepe in legno proviene da Scurelle, piccolo borgo della Valsugana, a 47 Km da Trento, e ricostruisce i mestieri dei montanari trentini del primo Novecento ...

ENIT e il ruolo strategico di Roma nel Turismo italiano

Roma città eterna aspira a diventare città eternamente turistica, modulando l’offerta della sua storia millenaria,  conservata e valorizzata con orgoglio, con una nuova identità contemporanea che la rende  polo di attrazione turistica per nuovi mercati. Archeologia, arte, storia costituiscono il profilo fortemente identitario di una città unica al mondo che nella dimensione contemporanea propone anche altro, per rispondere ai bisogni del turismo sempre più esperenziale,  di visitatori che desiderano vivere Roma come cittadini temporanei. Tutti gli elementi che si nutrono dell’anima e dei luoghi della romanità popolare, appaiono catalizzatori di interesse soprattutto per i repeater, i turisti che visitano Roma più volte nella vita ...

Rome Museum Exibition
Il futuro è già presente

L’offerta turistica alle soglie del terzo decennio del  XXI secolo, si concentra sui musei, i luoghi e le destinazioni culturali. Il tema, affascinante per la  dimensione culturale e interessante per le prospettive, è  stato al centro di una Fiera ospitata a Roma che ha consentito l’incontro dei diversi player nazionali e internazionali impegnati nella valorizzazione e  salvaguardia del patrimonio culturale mondiale. “Rome Museum Exibition”, giunta alla seconda edizione, è una piattaforma di lavoro, networking e business di tutti gli operatori, istituzionali e privati che operano nel settore. Un Padiglione della Fiera di Roma di 9.000 mq  ha accolto più di 100 espositori, 150 speakers intervenuti in panel, workshop, insight specialistici e  incontri professionali, in un programma articolato di interventi, nei tre giorni della manifestazione, che ha affrontato con un approccio sinergico gli aspetti connessi alla valorizzazione e alla salvaguardia del patrimonio culturale e paesaggistico, con tutti gli operatori dell’intera filiera chiamati a confrontarsi su progetti e innovazioni tecnologiche, nella ricerca di soluzioni per conciliare il diritto alla fruizione con i flussi turistici in crescita esponenziale. I dati raccontano che in tutto il mondo si registra una grande attenzione per i musei, catalizzatori di un rinnovato interesse culturale. Roma, con la sua rete dei 21 Musei in Comune che dialogano con un patrimonio monumentale senza eguali al mondo, negli ultimi anni ha saputo ripensare il ruolo dei musei per rispondere all’esigenza di partecipazione sempre più attiva espressa dalla cittadinanza oltre che dai turisti ...

No alla violenza
Solo perché donna

Il 25 novembre è la giornata internazionale ONU dedicata al tema della violenza contro le donne, che sovente si conclude con il femminicidio. La Roma politica e sociale si è mobilitata con iniziative istituzionali e della società civile per sensibilizzare l'opinione pubblica su un fenomeno che i dati Istat registrano in crescita esponenziale. Una donna ogni tre giorni è vittima di femminicidio, una ogni quindici minuti subisce atti di violenza, quasi sempre riconducibili alla sfera della propria affettività o al contesto lavorativo, con realtà sommerse e non denunciate che restano difficili da stimare. Il femminicidio, autentica emergenza sociale, è trasversale, non conosce confini geografici, economici e culturali. La donna è spesso sola di fronte a un uomo violento e prevaricatore, possessivo e maltrattante che con modalità diverse ma codificate, comincia a limitarne la vita di relazione liberamente intesa, la realizzazione culturale e lavorativa, e poi spesso arriva all’omicidio. Si impone con urgenza una risposta legislativa dello Stato, calibrata non sull’emergenza ma strutturata in una visione prospettica di salvaguardia delle donne e dei loro orfani, figli di mamme uccise per mano del loro stesso padre, e una riposta culturale che, in raccordo con tutte le agenzie di formazione e socializzazione, affronti il tema della prevenzione con strumenti culturali efficaci ...

Il Calendario Storico dei Carabinieri
racconta l’essenza della Carabinierità

Il Calendario Storico dei Carabinieri, icona di italianità e attaccamento alla Patria, immediatamente riconoscibile dalla essenzialità della sua impaginazione, sei fogli illustrati tenuti insieme da una cordicella rossa e bleu   e dai simboli e i colori dell’Arma dei Carabinieri, oggetto di culto e di collezione, è appeso obliquamente ed esibito orgogliosamente nelle case di molti Italiani, negli uffici pubblici e nei luoghi di ricreazione e aggregazione sociale. Stampato dal 1928, con la sola interruzione del periodo bellico, giunto alla sua ottantasettesima edizione, con una tiratura di stampa che supera il milione di copie, per l’anno 2020 rinnova la sua immagine, associando alle tradizionali illustrazioni, storie romanzate di vita vissuta i cui protagonisti sono i Carabinieri raccontati nella quotidianità del loro servizio. Il Calendario, per la prima volta nella sua storia editoriale, associa le parole alle immagini, i testi ai disegni, per raccontare il volto bello dell’Italia ...

La Romanità originale di Aquileia
in mostra a Roma

Roma celebra la fondazione bimillenaria dell’antica città di Aquileia, la quarta città per importanza e dimensione dell’Impero Romano, fondata nel 181 a.C, ospitando la mostra “AQUILEIA. Porta di Roma verso i Balcani e l’Oriente 2200” nel prestigioso spazio espositivo del Museo dell’Ara Pacis.  Aquileia era un luogo caro all’imperatore Augusto che amava trascorrere lunghi periodi nella città nata come colonia romana, ma in realtà diventata un’altra Roma ai confini dell’Impero, centro culturale e commerciale aperto agli influssi dell’Oriente e del Nord Africa che ne hanno definito una romanità originale. La vocazione di Aquileia al dialogo con l’altro, con genti diverse fece sì che diventasse l’interfaccia attiva di Roma con il Medio Oriente, la porta di ingresso non solo per derrate e prodotti ma anche per  filosofia, religioni, costumi e consuetudini ...

Carla Vistarini racconta Roma
Città comica e generosa

MIAC è il nome di un museo, da poco inaugurato a Roma, che impareremo ad amare. E’ il Museo Italiano del Cinema e dell’Audiovisivo, nato all’interno di Cinecittà, storico Centro di produzione cinematografica e televisiva, settore strategico per la vita culturale di Roma e dell’Italia di cui è importante motore pubblico. Il MIAC, visitabile dal prossimo dicembre, custodisce e tutela l’imponente patrimonio audiovisivo costituito dai materiali d’archivio dell’Istituto Luce-Cinecittà, delle Teche RAI e del Centro Sperimentale di Cinematografia. La nascita di un Museo è accolta sempre con interesse, ma per il MIAC è sublimata dalla collocazione a Cinecittà, a cui il cinema, italiano e internazionale, deve moltissimo. Una perla in più che arricchisce l’offerta culturale e museale di Roma ...

Pompei e Santorini, l'Eternità in un giorno
nel racconto di Corrado Augias e Massimo Osanna

Le Scuderie del Quirinale, struttura espositiva ospitata in uno straordinario edificio del XVIII secolo, su Piazza del Quirinale, di fronte al Palazzo della Presidenza della Repubblica, sono sede prestigiosa per mostre temporanee di grande spessore scientifico e accolgono le principali esposizioni di arte e archeologia in Italia, nate da importanti collaborazioni istituzionali. “Pompei e Santorini. L’Eternità in un giorno” è la mostra, visitabile fino al 6 gennaio che racconta la storia delle terribili eruzioni vulcaniche che hanno sepolto, a 1.700 anni l’una dall’altra, con analoghe modalità, due città faro di cultura nel Mediterraneo, Akrotiri, oggi conosciuta come Santorini, nell’arcipelago delle Cicladi, distrutta nel 1613 a.C. e Pompei,  sepolta  dal Vesuvio nel 79 d.C. ...

Roma città pop
Intervista con Enrico Vanzina

Si conclude domenica 27 ottobre la Festa del Cinema di Roma che per dieci giorni ha celebrato il cinema, italiano e internazionale e i suoi protagonisti, con proiezioni, convegni, premi ed eventi.  Omaggi e Restauri”, la sezione  dedicata alle grandi personalità del cinema, il 25 ottobre ha dedicato un omaggio a Carlo Vanzina, il grande regista scomparso lo scorso anno, con la proiezione del documentario “Il Cinema è una cosa meravigliosa”, prodotto da Medusa e realizzato da Antonello Sarno, che attraverso il ricordo di molti attori del cinema italiano arricchito dalle testimonianze della famiglia, ne delinea un ritratto allegro, commovente e pieno di umanità. Enrico Vanzina, scrittore, giornalista, sceneggiatore,  ha ereditato, con il fratello Carlo, dal padre Steno la grande scuola della Commedia all’ italiana che ha raccontato l’Italia dagli anni Cinquanta, incontra l’Osservatorio Roma ...

Il Cinema racconta l’Italia
Intervista con Francesco Rutelli

Una Roma da red carpet è lo scenario che la città offre dal 17 al 27 ottobre in occasione della Mostra del Cinema di Roma. La presenza di prestigiosi ospiti internazionali, tra i quali Bill Murray, Martin Scorsese, Viola Davis, Edward Norton che sfileranno sul red carpet dell’Auditorium Parco della Musica, uno dei più grandi al mondo, pone Roma all’attenzione del cinema internazionale e il Cinema al centro della scena culturale romana.  La XIV edizione della manifestazione, organizzata dalla Fondazione Cinema per Roma, oltre alle proiezioni di film, ha in programma numerose iniziative che coinvolgono tutta la città, con eventi, mostre, installazioni, omaggi, retrospettive e incontri con autori e protagonisti della cultura italiana e internazionale ...

Canova e la sua Eterna bellezza
in mostra a Roma

Antonio Canova, lo scultore del bello, il Fidia del neoclassicismo, è in mostra a Roma per ripercorrere e sottolineare l’importanza che la città eterna ha avuto nella sua vita personale e nella sua produzione artistica. Roma racconta Canova e Canova racconta Roma, attraverso opere meravigliose che esprimono e contengono la fascinazione che la città esercitò sull’artista sin dal suo arrivo nel 1779.  Canova studiò Roma inebriandosi delle sue bellezze, delle opere d’arte, visitando chiese, monumenti, musei, appassionandosi a tutto ciò che rappresentava l’arte antica, di cui l’urbe era l’espressione massima con le statue, i colossi, i templi, gli anfiteatri, le tombe, gli affreschi e i bassorilievi ...

Maria Grazia Cucinotta
Il cinema che racconta l’Italia nel mondo

La designazione del film “Il Traditore” di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino, a rappresentare l’Italia agli Oscar per il miglior film in lingua straniera nella cerimonia in programma il 9 febbraio 2020, induce al ricordo dei film italiani vincitori della prestigiosa statuetta, entrati nell’Olimpo del cinema internazionale. Il 2019 ricorda e celebra i venticinque anni de “Il Postino”, ultimo, meraviglioso, tragico testamento umano e professionale di Massimo Troisi, vincitore del Premio Oscar per la migliore colonna sonora che ha consegnato l’attore alla storia del cinema italiano e internazionale. La vicenda umana di Massimo Troisi si conclude tragicamente a poche ore dalla fine delle riprese e il viaggio de “Il Postino”, che racconterà l’Italia in tutto il mondo, comincia con l’immagine di un brindisi beneagurante dal sapore amaro. Massimo Troisi, felice ma sofferente, saluta la troupe in un tripudio di calici innalzati. Morirà phoche ore dopo. Maria Grazia Cucinotta, la meravigliosa Beatrice protagonista del film, bellissima e talentuosa giovane attrice messinese alla sua prima prova cinematografica importante, raccoglie una eredità impegnativa e accompagna il film in giro per il mondo con grande senso di responsabilità, iniziando un percorso artistico, professionale e personale straordinario che continua a nutrirsi di curiosità e conoscenza. America Oggi e Osservatorio Roma la incontrano per capire quanto sia importante, anche attraverso il cinema e le sue opportunità, esplorare il mondo senza dimenticarsi del proprio ...

Intelligenza artificiale, sicurezza, responsabilità, etica
L’uomo al centro tra etica e tecnologia

L’esordio della definizione di Intelligenza Artificiale, IA, risale al 1956 nel corso di un convegno che si svolse in  America, per presentare i primi programmi capaci di effettuare ragionamenti logico-matematici. La definizione, valida ancora oggi, indica un ramo dell’informatica che consente la programmazione e progettazione di sistemi hardware e software capaci di dotare le macchine di caratteristiche considerate tipicamente umane. Dagli anni Settanta l’evoluzione del concetto di Intelligenza Artificiale si è realizzata, nel corso dei decenni successivi, con declinazioni diverse dalle primordiali applicazioni nel solo ambito informatico. La biologia, la medicina, la robotica sono i campi di maggiore applicazione della IA la cui presenza sempre più pervasiva, caratterizza oggi la vita quotidiana. L’utilizzo di smartphone e di sistemi di sicurezza a riconoscimento vocale che si basano su algoritmi di Intelligenza Artificiale,  il settore automobilistico, nel quale le auto in grado di muoversi senza pilota sono già realtà, il mercato azionario, la programmazione di giochi, sono espressione concreta del notevole impatto che la IA esercita costantemente nelle nostre vite. L’ Intelligenza Artificiale  è passata dalla teoria alla pratica, uscendo dal laboratorio e incrociando le nostre strade ...

Rome Half Marathon Via Pacis
La corsa per la pace a Roma raccontata dalla Sindaca Virginia Raggi

Il racconto di Roma si arricchisce di una nuova pagina che pone ancora una volta la capitale all’attenzione internazionale come promotrice di una iniziativa unica nel suo genere, un evento sportivo che assume importanti dimensioni culturali e sociali. La Rome Half Marathon Via Pacis, che si svolge a Roma il 22 settembre, è una corsa podistica tra le straordinarie bellezze archeologiche e architettoniche della città, ispirata ai valori della pace, integrazione, inclusione, solidarietà. 7.000 partecipanti, provenienti da 40 nazioni, corrono per la pace, diffondendo in tutto il mondo il dialogo interreligioso che parte da Roma.  E’ questo il valore simbolico fondamentale che caratterizza la corsa per la Via Pacis, che parte da San Pietro, simbolo della cristianità nel mondo e si snoda attraverso il tradizionale pellegrinaggio delle Sette Chiese, con tappe alla Sinagoga, Moschea, Chiesa Valdese e Chiesa Ortodossa, in un percorso multireligioso che crea un collegamento tra le diverse confessioni ...

La Fanfara a cavallo dei Carabinieri di Roma
Musica dell’orgoglio italiano

Lo storico Stadio dei Marmi, inaugurato a Roma nel 1932,  collocato all’interno del Foro Italico e dal settembre 2013 intitolato a Pietro Mennea, simbolo dell’atletica italiana nel mondo, è stato  nei giorni scorsi scenario e palcoscenico per  il Longines Global Champions Tour. La “Formula 1 dell’equitazione”, il circuito di salto ostacoli più prestigioso del mondo che prevede tappe nelle capitali più importanti, ha portato a Roma i cavalieri e le amazzoni più famosi ed è stata anche l’occasione per avvicinare pubblici diversi all’equitazione e allo straordinario mondo del cavallo. A conclusione della importante manifestazione sportiva, impreziosita da eventi dedicati al sociale in una prospettiva di incoraggiante integrazione culturale, si è esibita la Fanfara a cavallo del 4° Reggimento, accompagnando con le sue musiche e i ritmi crescenti, il Carosello storico dell’Arma dei Carabinieri con la tradizionale rievocazione della famosa carica di Pastrengo del 30 aprile 1848. Il pubblico presente ha assistito entusiasta al lancio dei Cavalieri del 1° e 2° squadrone, su segnale delle trombe della Fanfara, con una vera e propria carica, inclusa la presenza nel campo dello Stendardo italiano, esattamente come successe nelle alture di Pastrengo per salvare il Re Vittorio Emanuele. L’esibizione della Fanfara a cavallo dei Carabinieri di Roma suscita sempre grande entusiasmo e partecipazione, in Italia e  all’estero ...

La cultura nella Roma contemporanea
nel racconto di Luca Bergamo

Il racconto di Roma all’estero non può prescindere dalla sua dimensione storica, che la pone da 2772 anni al centro dell’attenzione internazionale. L’unicità del suo patrimonio archeologico, storico e artistico, valorizzato anche da una importante tradizione cinematografica che ha reso iconica l’immagine della città nel mondo, unita al suo essere polo religioso di riferimento per tutti i cristiani, colloca un viaggio a Roma nel clichè delle visite alle attrazioni turistiche più conosciute. Eppure Roma offre, oltre San Pietro e il Colosseo, un interessante percorso turistico da scoprire al di fuori del perimetro tradizionalmente racchiuso nel centro storico e anche una intensa vita culturale che la pone sullo stesso piano, per numero di eventi organizzati, delle più importanti capitali europee. La Roma contemporanea è ricca di sollecitazioni e opportunità di fruizione e produzione culturale che coinvolgono tutti, chi la abita e chi la visita. America Oggi con Osservatorio Roma ne parla con Luca Bergamo, Assessore alla Crescita Culturale e Vicesindaco di Roma Capitale, da sempre impegnato nella promozione della vita culturale romana e italiana che ha autorevolmente rappresentato a Bruxelles, come Segretario generale di Culture Action Europe, la realtà europea più importante nel settore culturale e museale ...

Mogol
L’uomo che fa parlare la musica

Mogol, un nome che racchiude un mondo intero, lo straordinario mondo della canzone italiana degli ultimi sessanta anni, nutrita, alimentata, accarezzata dalle infinite parole con cui fa parlare la musica. Raccontare l’autore italiano per eccellenza, il più noto e prolifico, che ha dato voce a tutto il ventaglio di emozioni che afferiscono l’animo umano, toccando tutte le corde del sentimento, si può fare in un modo solo: ascoltando attentamente le parole delle sue canzoni, mai casuali, mai avulse da un contesto emozionale spesso personale. I titoli  raccontano la vita di molti di noi, gli amori, i dolori, le simpatie e le antipatie, lasciando trapelare in filigrana l’ Italia alle prese con le sue trasformazioni, a volte meno veloci dei cambiamenti personali. “Il mio canto libero”, struggente canzone  del 1972 scritta in sodalizio con Lucio Battisti, nasce dalla sofferenza personale dell’autore che si separa dalla  moglie e rimane solo a confrontarsi con il “dolore di aver provocato un dolore”, in una società ancora non matura per accogliere un certo tipo di decisioni e alla quale l’autore risponde  con il suo “canto libero”, dove nasce il sentimento, nasce in mezzo al pianto…e vola sulle accuse della gente, a tutti i suoi retaggi indifferente . Ambasciatore della canzone italiana nel mondo, presidente  della SIAE istituzionalmente impegnato nella tutela e valorizzazione del repertorio musicale italiano da intendersi come patrimonio culturale nazionale, incontra America Oggi, Icn Radio e l’Osservatorio Roma in una calda serata agostana, piena di musica e di parole cantate e narrate nel concerto-spettacolo Emozioni, con cui sta facendo emozionare  l’Italia, cantando  insieme a Gianmarco Carroccia, giovane e talentuoso interprete da molti definito il nuovo Battisti. Mogol le canzoni che ha scritto le ricorda tutte e le canta tutte, con la passione, il gusto, la gioia di chi affida, ad ogni parola, un chiaro messaggio ...

Borghi antichi e centri storici
Tutela e valorizzazione a tre anni dal sisma di Amatrice

Il 24 agosto 2016 un terremoto ha ferito il Centro Italia, offeso vite, distrutto paesi, cancellato storie, oltraggiato tesori d’arte, testimoni preziosi di epoche lontane. 283 vittime, famiglie distrutte, paesaggi sconvolti hanno   presentato al mondo uno scenario apocalittico.  Epicentro del sisma Amatrice, borgo antico in provincia di Rieti, poco lontano da Roma, eletta a buen retiro da molti romani che la sceglievano come luogo di vacanza, alimentando un turismo, anche straniero, in netto aumento dopo che nel 2015, era entrata a far parte del club “I Borghi più belli d’Italia”.  La Basilica di San Francesco, risalente al Trecento, la Chiesa di Sant’Agostino, con il suo bellissimo portale tardo-gotico del 1428, il Museo Civico, la bellezza paesaggistica del luogo, la rendeva meta turistica interessante e piacevole. Il sisma ha distrutto Amatrice e tanti  borghi e centri storici ricchi di storia e di arte, nel Lazio e nelle vicine regioni delle Marche e dell’Umbria, località tutte ad alta densità di patrimonio storico e artistico custodito ...

Roma polo religioso
Il mondo cristiano guarda Piazza San Pietro

 In occasione delle celebrazioni religiose solenni, la dimensione di Roma come polo religioso sollecita riflessioni e approfondimenti su temi teologici interessanti che coinvolgono tutti, credenti e non credenti. Per la Chiesa il Ferragosto celebra l’Assunzione  di Maria Vergine, madre di Gesù, che alla fine della sua vita terrena fu elevata in cielo, con l’anima e con il corpo.  Roma, tradizionale meta di turismo estivo anche religioso, ha nella Basilica di San Pietro, simbolo della cristianità nel mondo, il suo punto di maggiore attrazione e nella Santa Sede il riferimento su tematiche di attualità teologica e culturale.  Le Accademie Pontificie, tre di natura teologica e tre di natura storica, che per Giovanni Paolo II “offrono un prezioso contributo, orientando le scelte culturali della comunità cristiana, proponendo occasioni e strumenti di confronto tra fede e culture, tra rivelazione e problematiche umane” afferiscono al Pontificio Consiglio per la Cultura in Vaticano, il cui coordinatore è il  cardinal Gianfranco Ravasi, membro della più antica tra le Accademie, l’Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. L’Osservatorio Roma ha incontrato il cardinal Ravasi al Palacio de Espana, in Piazza di Spagna, per una conferenza sul rapporto tra letteratura e religione arricchita dalle testimonianze personali del cardinal Ravasi e dello scrittore spagnolo Javier Cercas, nel corso della quale sono stati citati ed evocati scrittori importanti che hanno scritto pagine fondamentali nella letteratura contemporanea, determinando, in alcuni casi, l’avvicinamento o l’allontanamento dalla Fede ...

Roma ad agosto
e la cultura non teme la calura

Roma, straordinario polo artistico e culturale, si veste d’estate non solo con i colori di albe e tramonti suggestivi su panorami di ineguagliabile bellezza, ma anche nella proposta di iniziative culturali che invitano a visitare e a vivere una città sempre più attenta alla valorizzazione del suo patrimonio storico, archeologico e artistico. Un tripudio di mostre, interessanti e attrattive per pubblici diversi, anima le giornate e le serate di questa calda estate romana. La città si offre alla conoscenza e alla fruizione delle sue bellezze cercando di concentrare l’offerta culturale non solo all’interno del perimetro tradizionalmente turistico, ma promuovendo altri siti, meno noti ma con altrettanto appeal, meritevoli di essere vissuti con maggiore consapevolezza dai romani e con curiosità dai turisti. La Centrale Montemartini, secondo polo espositivo dei Musei Capitolini, decentrato rispetto ad essi e con una storia di archeologia industriale, è uno spazio espositivo interessante da promuovere e far conoscere. La Centrale è stato il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica, costruita sulla Via Ostiense tra i Mercati Generali e la sponda sinistra del Tevere, inaugurata nel 1912, associata al nome di Giovanni Montemartini, assessore “al tecnologico” che ne seguì i lavori, e che morì a conclusione degli stessi ...

Le Sorelle Fontana
da Piazza di Spagna alla Fifth Avenue

L’Alta Moda italiana è  la punta di diamante del made in Italy nel mondo. Eleganza, creatività, classe, artigianato applicati alla moda, sono veicolo di conoscenza anche per l’arte, la storia, la cultura italiana. Piazza di Spagna ha rappresentato il centro catalizzatore degli interessi legati al fashion, con la sua immagine iconica conosciuta e amata in tutto il mondo,  anche per le famose Maisons di alta moda che la corredano. L’esordio del Made in Italy risale al  1949, quattro anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale, quando tutto il mondo, l’Italia in particolare, ha voglia di ricominciare a correre, disegnando un futuro all’insegna della bellezza, della felicità,  della fruizione condivisa di tutto il bello che l’Italia voleva e poteva esprimere. Sono gli anni del sogno americano a cui Roma guarda, a cui l’Italia  tende, gli anni della Hollyvood sul Tevere che sceglie Roma, che ama Roma, che la elegge capitale glamour del mondo. I divi hollyvoodiani fanno sognare, suscitano entusiasmi, creano tendenze. Tyrone Power e Linda Christian rappresentano la coppia glamour per eccellenza ...

Italoamericani
Ambasciatori di Italianità

Palazzo San Macuto, a pochi passi dal Pantheon, uno dei palazzi istituzionali di Roma, sede della prestigiosa Biblioteca della Camera, ha ospitato nel suggestivo Chiostro della Cisterna, la presentazione istituzionale della mostra fotografica “ItaloAmericani. Ambasciatori d’Italianità” curata da Franco Maricchiolo, fotografo messinese di eventi, grandi e piccoli, speciali e non, che ad un certo punto della sua vita ha sviluppato una grande passione per gli Italiani d’America iniziando a  raccontare le loro vite e le loro storie attraverso la  fotografia. La mostra si compone di 80 scatti, selezionati tra centinaia in base alla capacità di comunicazione emotiva delle persone ritratte. Le immagini, sviluppate da pellicola e pertanto prive delle moderne possibilità di correzione, raccontano il sogno americano da molti realizzato. Tutti i personaggi ritratti incrociano lo sguardo del fotografo in maniera empatica, consapevoli che la foto per la quale sono in posa nasce dal desiderio di  ricordare e celebrare la loro comune origine italiana ...

“La canzone di Amelia la disgraziata”
da pizzino a opera musicale per una storia che sa cantare e parlare

Un fazzoletto di cotone, scritto fittamente su entrambi i lati con un lapis, contenente i versi di una canzone di mafia, scritta dal capo dell’organizzazione criminale dell’epoca in carcere e destinata ad essere cantata da tutti, detenuti e non, per affermare potere e fascinazione del boss sugli affiliati all’organizzazione criminale. Siamo in Puglia, a Bari, è il 24 luglio 1901. Il fazzoletto di cotone è il primo “pizzino” della storia criminale sequestrato dai carabinieri,  classificato non come corpo di reato - sarebbe  altrimenti andato distrutto - ma come documento d’archivio, per una fortunosa  svista del cancelliere e pertanto  custodito senza essere mai aperto, in una busta gialla allegata agli atti di un processo e conservati nell’Archivio di Stato di Bari che ne è stato custode silente per 118 anni. Era stato sequestrato, fuori dal carcere, ad un giovane cocchiere diciannovenne che, simulando una rissa, si era fatto arrestare in modo pretestuoso al solo fine di essere detenuto nello stesso carcere dove scontava la sua pena Mauro Savino, capo della mala vita barese. Il profilo criminale di Savino era interessante e inusuale. Letterato, sapeva non solo leggere e scrivere, in una epoca e in un territorio in cui la percentuale di analfabetismo era pari all’80%, ma lo sapeva fare bene, al punto da svolgere le mansioni di  scrivano nelle carceri nelle quali era detenuto ...

Al Bano
e la sua storia che sa di felicità

Un pomeriggio di luglio, caldo e assolato,  a Monte Mario, la collina più alta di Roma, nell’atmosfera ovattata e al contempo  vitalissima di un polo congressuale, tra preziose tele del Tiepolo, sublime pittore neoclassico veneziano del XVI sec., opere  di arte contemporanea di Andy Warhol,  sculture e arazzi d’epoca, con lo sguardo che da quel Belsito abbraccia il suggestivo  panorama di Roma, ci si trova ad evocare siepi, ulivi, olio e vino. Albano Carrisi è la voce narrante di una storia che sa di felicità  e che da sempre fa rima con italianità. E il suo sguardo, luminoso e fiero,  abbracciando il panorama di questa Roma amica, traccia un arco con i colori dell’arcobaleno, che parte dalla  sua terra di Puglia e arriva in America. La sua italiana internazionalità, fatta di note musicali e tanto altro, lo rende amico e complice di una intera generazione che ha dovuto alzare lo sguardo e mettersi in cammino, scrivendo ciascuno la sua storia, una storia che Albano ha saputo cantare e che ora proviamo a raccontare ...

Ecco a Voi Pippo Baudo
e il suo racconto di Roma

Roma può essere conosciuta e raccontata in molti modi, attraverso le sue molteplici espressioni, su tutte le epoche e nelle diverse dimensioni. La Roma archeologica, architettonica, museale, paesaggistica consente una narrazione affascinante ma il racconto della città e del suo ruolo di capitale culturale, nella dimensione moderna e contemporanea, deve soffermarsi anche sulla Rai, per decenni prima industria culturale del Paese e su Cinecittà, tempio del cinema italiano. Tutte le strade portano a Roma era il motto di quelli che volevano occuparsi di spettacolo, nelle sue differenti declinazioni, dagli anni ’50 in poi, e una strada, in particolare, è diventata la strada, icona nel mondo della fascinazione che Roma allora esprimeva a livello internazionale. E’ la via Veneto della Dolce Vita raccontata da Fellini, vissuta da Flaiano, frequentata da tutte le star  italiane e internazionali che animavano quella stagione bellissima della Hollyvood sul Tevere.

 Pippo Baudo, l’uomo che ha inventato la televisione, o un certo modo di fare la televisione, racconta ai lettori di America Oggi e a tutta la comunità italoamericana, la Roma di quegli anni fantastici ...

La cultura si comunica con emozione

Nel racconto di Roma e delle molteplici iniziative culturali che colorano la vita di questa meravigliosa città, c’è un nome  che compare sempre ed è quello di Zetema Progetto Cultura, un ente attuativo, interamente partecipato dal Comune di Roma, che ha come principale obiettivo la valorizzazione del  suo patrimonio storico, artistico e culturale. Presidente di Zetema e della sua realtà declinata prevalentemente al femminile - su  900 dipendenti, il 65% sono donne in posizioni anche apicali - è Francesca Jacobone, docente di Economia all’ Università Roma Tre e manager di profilo internazionale ...

La Festa della Musica
raccontata dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi

Venite a Roma, vi aspettiamo!”. Virginia Raggi, Sindaca di Roma, rivolge un invito caloroso a visitare una città in continua trasformazione, capace di proporre una immagine di sè che si rinnova continuamente e che può essere raccontata, nella sua dimensione contemporanea, attraverso innumerevoli iniziative culturali, pensate per favorire l’accesso libero alla cultura  di tutti i cittadini che contribuiscono, a loro volta, a creare cultura,  nella libertà di ogni espressione artistica.  E tutta Roma ha  partecipato  venerdì 21 giugno alla Festa della Musica, che coinvolge attivamente quanti scelgono come forma di espressione e comunicazione questo linguaggio universale, l’unica lingua che non ha frontiere né barriere, che unisce, connette, crea ponti culturali e umani  costituendo una risorsa fondamentale in un’epoca che sa essere, a volte,  divisiva ...

I Musei che arredano il mondo
La Sovrintendente Capitolina racconta Roma e i suoi tesori

“Gli oggetti conservati in un museo diventano un arredo permanente del mondo, di conseguenza chi si occupa di cultura dei beni museali, decide che aspetto ha il mondo. Le rotazioni che avvengono negli allestimenti dei musei consentono di adattarsi al mondo di oggi, con una revisione continua degli oggetti del passato che pur posti su un piedistallo, tornano ad essere cose e a stabilire una relazione diretta con il visitatore. Favorire questo passaggio è compito e responsabilità di chi lavora in un museo.”

Maria Vittoria Marini Clarelli, studiosa di storia dell’Arte, è la prima donna a ricoprire il ruolo di Sovrintendente Capitolina. Gestore di un patrimonio archeologico, storico e artistico unico al mondo che dal 1980 è Sito Unesco, patrimonio dell’umanità, presenta Roma e i suoi tesori a chi non la conosce ancora o non la conosce abbastanza, perché Roma, non basta una vita ...

Manuel Vilas
La letteratura come esercizio di libertà

Manuel Vilas, uno dei più interessanti poeti e narratori contemporanei, spagnolo per nascita e formazione ma americano di adozione, autore del libro In tutto c’è stata bellezza, fenomeno editoriale dell’anno in Spagna, pubblicato per la prima volta in lingua italiana, fa il suo ingresso nel mondo letterario italiano che lo accoglie e lo festeggia con entusiasmo. Con la sua presenza  nella Basilica di Massenzio, ha inaugurato, insieme agli scrittori Antonio Scurati e Andrea Satta, la prima  serata della diciottesima edizione di Letterature. Festival Internazionale di Roma. L’autore ha proposto la lettura di un testo inedito “Los Clasicos: la vida y la muerte”, ispirato al tema che anima la XVIII edizione del Festival, con particolare riferimento al titolo della serata Il Racconto Epico ...

FUTOUROMA
Il Piano Strategico del Turismo di Roma 2019-2025

Futouroma, il Piano Strategico del Turismo per Roma pensato in prospettiva fino al 2025 e frutto della collaborazione tra istituzioni e operatori privati, inizia il suo viaggio da un quartiere, l’Esquilino,  e da un luogo, l’Acquario Romano, da sempre simbolo di accoglienza. La presentazione del piano, ambizioso per gli obiettivi e importante per i numeri del flusso turistico su cui andrà ad incidere (36 milioni di pernottamenti ufficiali ogni anno, da integrare con il  monitoraggio di operatori telefonici e bancari per l’utilizzo di schede telefoniche e carte di credito,  e con i dati degli Aeroporti di Roma e delle Ferrovie) è stata al centro di una conferenza organizzata dall’Assessorato allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro in un edificio, diventato poi museo, nato alla fine dell’Ottocento per iniziativa di un visionario, un piscicultore che voleva dotare Roma di un luogo destinato all’allevamento dei pesci ma anche allo studio degli stessi, un luogo per la scienza, pensato per il futuro e che fosse al contempo spazio di aggregazione culturale tra persone di diversa provenienza ed estrazione ...

Roma
città dalla storia eterna

La valorizzazione dell’ingente patrimonio archeologico di Roma si impone come imperativo categorico in una città la cui storia millenaria continua a parlare, attraverso recuperi preziosi di reperti archeologici che stupiscono e affascinano. Il tema, sempre attuale, vede un rinnovato slancio per il ritrovamento casuale di una testa marmorea di età imperiale, databile tra il I e II secolo d.C. emersa nel corso di scavi in via Alessandrina, ai Fori Imperiali. La testa, rinvenuta quasi integra in un muro medievale dove era stata utilizzata come materiale da costruzione, presenta fattezze raffinate ed eleganti e per alcune caratteristiche della capigliatura folta e ondulata, ornata da una foglia di edera, sembra riprodurre il dio Dioniso. La Sovrintendenza Capitolina, che ha l’onere e l’onore di gestire, conservare e valorizzare il patrimonio archeologico, storico, artistico e museale di Roma, accoglie questa nuova testimonianza dell’arte romana proprio nei giorni in cui è protagonista di una iniziativa culturale che suscita l’attenzione mondiale e che coinvolge il Circo Massimo, il più grande edificio destinato agli spettacoli costruito nell’antichità.  Situato tra i Colli Palatino e Aventino, con una superficie di 600 metri di lunghezza per 140 metri di larghezza (il corrispettivo di 6 Stadi Olimpici), questo luogo altamente simbolico per Roma, appare con un aspetto di tipo paesaggistico, una distesa di erba dove campeggia la Torre della Moletta di epoca medievale, circondata da resti archeologici di un passato glorioso ...

Il cuore mediterraneo di Roma
nello sguardo e nelle pagine di Mauro Covacich

Roma oggetto di scrittura, città che si fa persona nel racconto coinvolto e appassionato di Mauro Covacich, scrittore candidato al Premio Strega a cui arriva correndo, tra le strade, i quartieri, i parchi, le piste ciclabili di una Roma che attraversa tutta, nei luoghi e nelle anime.

Triestino, filosofo e scrittore, da quindici anni ha scelto Roma per vivere e viverla. Correndo, la corsa ha sempre fatto parte della sua vita, camminando ora che il trascorrere del tempo e qualche bizzarro tic toc del cuore suggerisce tempi diversi e la corsa si trasforma in passeggiata. Cambia il passo, ma non lo sguardo, animato da una curiosità viscerale che lo porta a nutrirsi di tutto quello che vede e che appartiene a questa città. Ma è un filosofo che oltre a registrare cose, le interpreta ed è uno storico, sa come collocarle. Le sue pagine, intrise del racconto speciale di Roma, sferzano le considerazioni comuni relative ad una capitale che si vuole sempre più globalizzata, con un’anima sempre meno aderente alla sua storia e alle sue radici ...

L’Arte di Salvare l’Arte
I Carabinieri dell’Arte in mostra al Quirinale

Il Palazzo del Quirinale ospita, nelle sale della Palazzina Gregoriana, la mostra L’Arte di salvare l’Arte. Frammenti di storia, promossa dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per celebrare il cinquantennale della nascita del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, conosciuti come i Carabinieri dell’Arte. Il 3 maggio 1969 nasceva il primo Nucleo per la Tutela del Patrimonio Artistico, per iniziativa dell’allora Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, Arnaldo Ferrara che intuì la necessità e l’urgenza di una risposta organizzata e istituzionale ai pericoli, dalle calamità naturali ai furti, ai quali era esposto l’ingente patrimonio artistico italiano. Si imponeva il tema di tutelare i beni culturali, di cui solo in quegli anni si comincia a parlare compiutamente, intendendo per essi i beni di interesse storico, archeologico, artistico, ambientale, archivistico, librario e ogni altro bene che costituisca testimonianza materiale avente valore di civiltà ...

Festival Internazionale delle Letterature
Lettura, Musica, Cinema per tutti

“La cultura è una grande opportunità che va offerta a tutti, allo stesso modo. La lettura è una straordinaria occasione ma non è semplice e non è naturale, dobbiamo lavorarci. Leggere è uno dei modi per arrivare alla felicità ma Borges diceva che non si puo’ costringere nessuno a leggere perché non si puo’ obbligare nessuno ad essere felice. Si può però dire che se non si mangia e non si beve, si muore, se non si legge si sopravvive. Proporre occasioni ed esempi è la strada più saggia. Il Festival Internazionale delle Letterature si inserisce in questo progetto”.

Paolo Fallai, Presidente dell’ Istituzione Biblioteche di Roma, presenta la XVIII edizione del Festival Internazionale delle Letterature, di cui ha da tre anni la responsabilità e la cura, che si svolge a Roma dal 3 maggio al 3 luglio e che vede protagonisti gli autori più interessanti del panorama letterario internazionale. L’Osservatorio Roma lo ha incontrato ...

Le Verdi Armonie del Museo Pietro Canonica
I Giardini di Roma all’acquerello

Che bello poter raccontare Roma anche attraverso i suoi meravigliosi giardini, patrimonio verde in dialogante armonia con il patrimonio artistico e architettonico, per cartoline visive e olfattive che viaggiano in tutto il mondo.

Villa Borghese, il giardino più bello di Roma, situato nel cuore della città, ospita in questi giorni una mostra, organizzata dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con i Servizi museali di Zetema, ideata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo, nella casa museo di Pietro Canonica, scultore di fama internazionale, musicista e compositore, al quale il museo è dedicata. L’esposizione è una collettiva di sette artisti accomunati dalla passione per l’acquerello,  con la quale hanno scelto di ritrarre i giardini di Roma, Villa Sciarra, Villa Doria Pamphilj, Villa Carpegna e gli angoli più suggestivi e inesplorati di Villa Borghese. La freschezza dell’acquerello, con le sue trasparenze, si presta con naturalezza alla rappresentazione dei giardini e delle loro peculiarità, articolate tra fontane, acqua, fiori, piante e foglie.  Sede ospitante è il Museo Pietro Canonica, all’interno del quale sessanta acquerelli ricreano un meraviglioso giardino tra statue imponenti e ambienti austeri. L’Osservatorio Roma ha incontrato Carla Scicchitano, responsabile mostre ed eventi culturali del Comune di Roma, che ha inaugurato la mostra ...

TROISI poeta MASSIMO
una mostra piena di poesia

L’inizio dell’estate 1994 rievoca le immagini struggenti di Massimo Troisi che a poche ore dalla fine delle riprese del suo film capolavoro Il Postino, destinato a trionfare con il Premio Oscar, muore nel sonno,  a 41 anni, sopraffatto da un problema cardiaco con cui conviveva da tempo. Uno shock per l’Italia intera che realizza immediatamente di aver perso uno dei più grandi attori di sempre del cinema italiano, dal talento comico straordinario, erede della grande tradizione napoletana che aveva saputo reinterpretare e rinnovare nel linguaggio e nelle tematiche.

TROISI poeta MASSIMO è il titolo della mostra fotografica e multimediale, promossa e organizzata dall’Istituto Luce-Cinecittà, allestita presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale di Roma. La sede ospitante, a pochi passi dal Quirinale, la casa di tutti gli Italiani, è di per sé indicativa della caratterizzazione nazionale con la quale Massimo Troisi viene percepito, testimone di italianità espressa con la poesia, il folclore, il colore della lingua napoletana ...

Arte, Bellezza e Natura avvicinano il Vaticano e la Cina

L’Eco di Roma  parte da San Pietro e arriva lontano, in Cina, creando impensabili atmosfere distensive tra due Stati, il Vaticano e la Repubblica Popolare Cinese che non si riconoscono reciprocamente e che non hanno relazioni diplomatiche. La Santa Sede, con il sostegno della diplomazia italiana, ha accettato l’invito della Repubblica Popolare Cinese a partecipare all’Esposizione Internazionale  di Orticoltura 2019 che si terrà a Pechino dal 29 aprile al 7 ottobre, sul tema: Live green, Live better. Da quasi due anni il Pontificio Consiglio per la Cultura lavora all’allestimento di un Padiglione  sul tema Home of Hearts, per promuovere i messaggi espressi dal Santo Padre nella lettera Enciclica Laudato Sì, per riaffermare l’importanza della Chiesa che crea una casa per tanti cuori, per  sviluppare temi cari al Vaticano e alla tradizione cristiana valorizzando elementi come la luce, l’acqua,  le pietre e i fiori.

 La conferenza stampa di presentazione del Padiglione della Santa Sede, presieduta dal cardinal Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e Commissario del Padiglione della Santa Sede, ha evidenziato l’importanza storica dell’iniziativa e dell’adesione del Vaticano che  nasce con  dimensioni culturali, ma segna un primo incontro  e un inizio di contatto tra due realtà molto diverse ma interessate a possibili elementi di dialogo,   all’insegna della bellezza, della natura, dell’arte che appaiono, oggi più che mai, chiavi universali per aprire porte e  creare ponti  culturali, etici e artistici ...

Arrivederci Roma, Ciao New York
Renato Rascel tra il Premio Rascel e il New York Canta

Roma ricorda Renato Rascel con un Premio a lui dedicato per celebrare uno dei più grandi artisti del Novecento italiano, la cui arte, versatile e poliedrica, ha abbracciato tutte le discipline dell’intrattenimento, dalla canzone, al cinema, al teatro, al musical, al ballo. Conosciuto e apprezzato all’estero soprattutto per le sue canzoni -Arrivederci Roma è  ancora oggi la terza canzone italiana più cantata al mondo -  è stato ambasciatore di italianità e romanità. Nato a Torino per caso, dove i suoi genitori, un cantante di operetta e una ballerina classica erano in tournée, fu portato subito a Roma per essere battezzato nella Basilica di San Pietro, anche per consacrare la romanità, da  sette generazioni, della sua famiglia.  Da Borgo Pio, il quartiere a ridosso di San Pietro dove è cresciuto, cullato da una romanità verace e autentica, ha rappresentato l’Italia nel mondo e Roma, la città che è sempre stata il suo grande amore e la sua musa ispiratrice. Renato Rascel  ha portato l’eco di Roma nel mondo con la canzone a lei dedicata, Arrivederci Roma, le cui prime parole T’invidio turista che arrivi proseguendo per porto in Inghilterra i tuoi tramonti e Trinità dei Monti, rappresentano un inno all’accoglienza che la città da sempre riserva ai suoi visitatori.  Le sue canzoni sono state la colonna sonora di un’epoca, la Dolce Vita descritta da Federico Fellini, che hanno varcato e superato ogni confine. 300 titoli dedicati  non solo a Roma ma  i cui testi  hanno  in comune la poesia delle piccole cose che anima ogni canzone. Perché Renato Rascel, ironico, divertente, istrionico, stralunato e fanciullesco come molti suoi personaggi, era soprattutto un uomo colto e sensibile animato da una grande bontà. Il viaggio intorno al mondo per beneficenza che da solo e a proprie spese organizzò,  lo portò a devolvere tutti gli incassi dei suoi spettacoli agli orfanotrofi  e ospedali per bambini bisognosi, dei luoghi in cui si esibiva. Rascel aveva un tale legame con i bambini, grande fanciullino lui stesso, che scrisse  per loro tre favole tradotte in molte lingue, oltre alla celebre sigla per l’edizione televisiva del Pinocchio di Collodi che ebbe un grande successo ...

La romanità da Oscar di Carlo Verdone

Carlo Verdone e Roma, storia di un grande amore che si nutre anche di premi come l’Oscar alla romanità, attribuito al grande attore, regista, scrittore icona del cinema italiano, narratore raffinato e sensibile di una Roma autentica. Attraverso i suoi film, testimoni ridenti ma mai irridenti dei romani e della loro romanità, l’eco di Roma è sempre arrivata lontano, raccontando una città e i suoi mutamenti con lo sguardo lucido del regista, appassionato dell’attore, innamorato del romano. Perché, per Carlo Verdone, Roma è la più bella città del mondo.

L’Osservatorio Roma lo ha incontrato per delineare un ritratto della città da presentare idealmente agli italiani, non solo ai romani, che vivono all’estero, perché ogni italiano  ha  un pizzico di Roma nel cuore.

O.R. Per Carlo Verdone, un italiano che vive a New York come desidera che Roma gli sia raccontata?

C.V. “Vorrebbe innanzitutto sapere se questa città si stia rialzando dalle difficoltà che negli ultimi anni la hanno resa una città grande e non una grande città. Mi piacerebbe essere proprio io a raccontare che ...

Roma si mostra
Due mostre fotografiche raccontano Roma e la sua magia

Roma si racconta e per farlo sceglie la fotografia, un mezzo che non ha confini, una lingua universale capace di portare il suo messaggio di storia, arte, cultura e architettura a tutti, senza timore di essere fraintesa, perché il bello può solo essere apprezzato.

Il Museo di Roma ospita, nello splendido Palazzo Braschi a piazza Navona, la mostra Roma nella camera oscura, le fotografie della città dall’Ottocento ad oggi, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, Sovrintendenza capitolina, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

I Musei Capitolini, sontuosi nella bellezza dei due edifici che insieme al Palazzo Senatorio delimitano piazza del Campidoglio, simbolo della città di Roma nel mondo, sono la sede ospitante e di supporto nell’organizzazione della mostra Roma Il Racconto di Cento Donne, promossa dalla Enciclopedia Italiana Treccani,  prestigioso Istituto fondato nel 1925 che ha sempre seguito, accompagnato e documentato la storia italiana nelle sue diverse declinazioni, dialogando e creando connessioni con le eccellenze italiane, tra tradizione e innovazione.

La mostra fotografica allestita a Palazzo Braschi, in occasione dei 180 anni dalla nascita della fotografia,  racconta, con 320 immagini ...

Roma racconta 100 donne
100 donne raccontano Roma

Roma ha per la prima volta nella sua storia un Sindaco donna. La novità non è irrilevante, è una novità che fa notizia. Arrivi a Piazza del Campidoglio, abbracci con lo sguardo la bellezza di uno scenario suggestivo, entri in una sala espositiva dei Musei Capitolini e sei di nuovo a Roma, immersa nei quartieri, nelle strade, nelle stanze, nelle giornate e nelle vite di 100 donne che con Roma si sono incontrate. E la storia del loro incontro è racchiusa in uno scatto.

I Musei Capitolini sono la sede ospitante e di supporto organizzativo alla mostra Roma Il Racconto Di Cento Donne, progetto promosso dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani e affidate alla maestria di un giovane e talentuoso fotografo romano, Jacopo Brogioni che ha fotografato 100 donne affidando loro il compito di raccontare la città attraverso le loro storie. L’esposizione, curata dallo studio Fuksas, è arricchita dalla narrazione di Raffaele Timperi ...

Ciao Italia
Una mostra ricorda gli immigrati italiani che hanno fatto la Francia

La storia dell’immigrazione italiana in Francia rappresenta  un capitolo fondamentale nella storia dell’Italia, che ha visto partire i suoi figli e della Francia che li ha accolti, seppur tra difficoltà e contraddizioni. L’immigrazione italiana in Francia, la più importante dal punto di vista numerico,  è  un fenomeno enorme, con un grande impatto sociale e culturale che ha coinvolto, nel corso di un secolo, 24 milioni di persone. Studiata e ricostruita per la prima volta attraverso l’allestimento di una mostra organizzata dal Museo Nazionale della Storia dell’Immigrazione di Parigi e ora itinerante, sostenuta e completata da un numero monografico della prestigiosa rivista francese Histoire, il cui titolo Ciao Italia, scritto con i colori della bandiera italiana, è un suggestivo omaggio agli italiani, approda  a Roma.

 

Il Centro culturale di San Luigi dei Francesi la ospita nella sua sede romana, tra il Pantheon e Piazza Navona. Il percorso espositivo si articola attraverso 16 pannelli autoportanti che ripercorrono il periodo storico considerato, dal 1860  al 1960, un secolo che va dal Risorgimento alla Dolce Vita descritta da Fellini. 100 anni intensi, in cui l’Italia passa dalla riunificazione al miracolo economico, con la costante di un sostenuto flusso migratorio italiano verso la Francia. ...

Il Premio Anna Magnani L’omaggio di Roma e Cinecittà a Nannarella

Viso, voce, fisicità, carattere, ma soprattutto sguardo. Nell’immaginario collettivo il ritratto di Anna Magnani parte da questi ricordi. Attrice intensa, appassionata, schietta,  simbolo di  romanità verace e testimone di italianità nel mondo, icona del neorealismo cinematografico italiano  che ha conquistato e affascinato il cinema internazionale.

Anna Magnani è stata la prima e finora unica attrice italiana a vincere l’Oscar, nel 1956, come migliore attrice protagonista con il film La Rosa Tatuata, nell’indimenticabile interpretazione di Serafina delle rose, ruolo recitato in lingua inglese.

Le sue interpretazioni, intense e drammatiche, hanno attraversato tutti i colori e i toni della recitazione e sono rimaste nella storia del cinema mondiale. Diretta dai più grandi registi del suo tempo, De Sica, Visconti, Rossellini, Pasolini, è stata protagonista di film indimenticabili, che hanno segnato un’epoca, Roma città aperta, Bellissima, Mamma Roma, L’onorevole Angelina L’Amore. ...

L'Accademia dei Virtuosi al Pantheon

La Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon è la più antica tra le sette Accademie Pontificie, tre di natura teologica e tre di natura storica, dalle quali si distingue per la primogenitura storico-cronologica e per l’ orizzonte culturale più ampio.

L’Accademia fu fondata nel 1542 sotto la volta del Pantheon, l’antico tempio pagano concepito con una architettura molto originale, sottoposta nei secoli a continue metamorfosi, fino al 608 d.C., quando fu donato  dall’imperatore Foca al papa  Bonifacio IV  che lo consacrò dedicandolo a Maria e a tutti i Santi. Da quel momento il Pantheon è diventato un luogo squisitamente cristiano, che ha il suo culto in connessione con la grande memoria romana e rappresenta per eccellenza il cuore dell’arte vaticana. La sede dell’Accademia era  nella prima cappella a sinistra dedicata a San Giuseppe,  il patrono del sodalizio che riuniva, per volontà di  papa Paolo III,   tutti gli artisti. Pochi anni dopo la sua fondazione, furono cooptati anche i Musicisti. Solo a distanza di molti secoli, nel 1995, per volontà di Papa Giovanni Paolo II, oggi Santo, fu inserita  la Classe dei Letterati e dei Poeti e la Classe dei Pittori fu estesa anche ai Cineasti. ...

Fede e Arte per sempre amiche

Il Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, ha officiato la Messa Solenne nel Pantheon il giorno di San Giuseppe, al termine  della quale sono stati consegnate le nomine ai nuovi tredici Virtuosi  accolti nella prestigiosa Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi del Pantheon.

L’Osservatorio Roma ha incontrato il Cardinal Ravasi, Membro della  stessa Accademia dei Virtuosi da molti anni e Coordinatore di tutte e sette le Pontificie Accademie, per approfondire il rapporto tra Fede e Arte sulla scia di un dialogo  che negli anni ha subito evoluzioni e mutamenti.

O.R. Eminenza, la lettera agli artisti di Papa Paolo VI, oggi Santo, alla fine del Concilio Vaticano II, che ruolo ha avuto nella distensione dei rapporti tra Fede e Arte e conseguentemente anche sulla Accademia dei Virtuosi al Pantheon?

Card.R. “E’ stato un testo fondamentale, che ha fatto seguito al discorso tenuto dal Papa, quasi completamente a braccio, nella Cappella Sistina nel 1964, rivolto agli artisti per ricucire il divorzio tra Arte e Fede iniziato nella prima metà del Novecento.  Fino ad allora Arte e Fede erano state due sorelle che per secoli hanno camminato insieme e il frutto del loro procedere in simbiosi ha creato capolavori che popolano le nostre chiese, le pinacoteche, i musei di tutto il mondo. ...

Pagine svolazzanti e rami che arrivano lontano

La Festa del Libro e della Lettura e il Premio letterario Alberoandronico proiettano Roma in una dimensione culturale internazionale su cui aleggiano migliaia di pagine, diverse tra loro ma tutte ugualmente efficaci nell’esprimere il desiderio diffuso di scrittura e lettura, vero ponte di cultura tra i popoli.

L’Auditorium Parco della Musica ha festeggiato il mondo della lettura in tutte le sue declinazioni, con la rassegna  Libri Come, giunta alla decima edizione. Libertà è il tema che ha caratterizzato la Festa, sul quale si sono confrontati scrittori, lettori, editori e intorno al quale sono state organizzate lezioni, presentazioni, mostre, reading, incontri con le scuole, interviste con gli autori, concerti ...

La magia della fotografia subacquea di Claudio Palmisano porta il mare a Roma

Claudio Palmisano è una delle eccellenze della fotografia italiana e internazionale che da Roma, la sua città, porta l’eco dell’arte fotografica in tutto il mondo. Il mare è il grande protagonista del suo mondo fotografico e della sua stessa vita. Palmisano, fotografo ufficiale della Guardia Costiera italiana, appassionato conoscitore di panorami sottomarini che esplora e fotografa,  ci racconta un mondo che sappiamo esistere e a cui diamo contorni chiari anche grazie ai suoi scatti. ...

Roma scenario e palcoscenico per la Festa della Fotografia

La Festa della Fotografia ideata, pensata, organizzata a Roma e a cui la città dedica tutto il mese di marzo, si preannuncia piena di eventi legati al mondo della fotografia. 280 gli appuntamenti, tra mostre, talks, tavole didattiche, seminari, workshops, passeggiate fotografiche che vedranno protagonista Roma, dal centro storico alle periferie,  scenario e palcoscenico per una molteplicità di manifestazioni  la cui  eco arriverà  lontano.

E’ la prima volta che Roma ospita una Festa della Fotografia, ideata e strutturata, sull’esempio di altre capitali europee, dalla Associazione Faro, formata da quattordici soci, ognuno con un ruolo diverso nella fotografia, unitisi  per rendere comune il terreno della fotografia a Roma,  costituito da una realtà eterogenea e interessante fatta di fotografi professionisti, dilettanti,  accademie,  scuole e circoli fotografici che si arricchisce di nuove e interessanti figure professionali, a cominciare dagli operatori di droni ...

I Parchi Letterari

la letteratura si fa vita

Come ci si può non incuriosire alla mera definizione di Parchi Letterari? Il nome evoca di per sé suggestioni di grande impatto, l’idea di parco si associa alla piacevolezza di una passeggiata, se questa poi si sviluppa in un Parco Letterario, ovvero in un luogo reso immortale dai versi di una poesia, dai passi di un racconto o dalle pagine di un romanzo, l’incontro diventa fatale.

L’iniziativa culturale dei Parchi Letterari che sta diventando una realtà consolidata è nel contempo ancora in grande espansione per il progetto di istituzione e apertura di nuovi Parchi Letterari in Italia e per la possibilità di esportare il modello culturale che anima l’iniziativa anche all’estero, coinvolgendo i luoghi di partenza e di arrivo degli autori italiani e stranieri.

L’idea di far nascere Parchi Letterari nei luoghi dove hanno vissuto la loro quotidianità scrittori importanti, luoghi che hanno ispirato opere destinate a rimanere nella storia della letteratura italiana, coinvolge in un unico abbraccio arte, turismo, tutela del patrimonio ambientale, tradizioni locali artigianali ed enogastronomiche.

E’ quanto si propongono di realizzare i Parchi Letterari, percorsi e itinerari lungo i luoghi di vita e di ispirazione dei grandi scrittori. Pensare abbandonato o poco curato   un luogo anche piccolo, un borgo o un villaggio che è stato lo scenario nel quale lo scrittore ha vissuto, ha pensato e composto la sua opera,  nella sensibilità dei Parchi Letterari  fa scattare  un’urgenza di protezione di quel territorio, dal punto di vista paesaggistico e di tutela e  promozione delle sue particolarità culturali, territoriali e ambientali.  Questo consente di legare per sempre l’autore e la sua opera a quel territorio che ne è stato fonte di ispirazione o che ha visto nascere e realizzarsi l’opera, consente di conoscere meglio l’autore anche dal punto di vista umano, immaginandolo nella sua quotidianità, conoscendo la casa dove abitava, la chiesa che frequentava, i posti che amava, il cibo che mangiava. Una immersione nel mondo dello scrittore che diventa così realmente, concretamente conosciuto e conoscibile attraverso percorsi sensoriali che tendono a farne rivivere il ricordo con l’osservazione, l’ascolto, il tatto e il gusto di ciò che ha portato un autore a scrivere pagine rimaste immortali ...

Due mostre fotografiche per consegnare Giulio Andreotti alla storia con la sua storia

Per ricordare il centenario della nascita di Giulio Andreotti, uno dei protagonisti assoluti della politica italiana dal dopoguerra in poi, sono state organizzate a Roma due mostre fotografiche, una sotto l’alto patrocinio del Senato allestita nella Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca Giovanni Spadolini, l’altra presso il complesso monumentale di San Salvatore in Lauro. Le mostre, entrambe curate dalla famiglia Andreotti in collaborazione con il Cor per la Cultura, hanno ripercorso, con la dirompenza delle sole immagini, 70 anni di vita pubblica e 94 di vita privata.

Una vita per lo Stato” è il titolo della mostra allestita al Senato, che ha ricostruito, attraverso 88 fotografie selezionate tra migliaia e 29 reperti di archivio, molti dei quali manoscritti, il profilo ufficiale e internazionale di Giulio Andreotti.  Lettere private di pontefici, biglietti autografi di statisti, italiani e internazionali, De Gasperi, Pertini, Carter, Ford, Reagan, di artisti come Renato Guttuso, consegnano alla storia uno dei suoi grandi protagonisti. La proiezione di un video ne ha storicizzato l’intero percorso politico tra le vicende dell’Italia repubblicana, la più dolorosa delle quali è  il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro ...

Un Museo che parla Italiano

Il Museo della Lingua Italiana

Immaginiamo uno spazio fisico destinato ad accogliere parole, testi, codici, cartelli, oggetti  che   combinandosi con uno spazio virtuale, introduce in un viaggio affascinante, lungo secoli di cultura e storia  ricostruita attraverso la  lingua italiana.

Il Museo della Lingua Italiana non è più una ipotesi ma un progetto serio, possibile, auspicabile. Una iniziativa lodevole che vede convinte sostenitrici le più importanti istituzioni della lingua italiana, L’Accademia della Crusca, L’Accademia Nazionale dei Lincei, La Società Dante Alighieri e poi linguisti e studiosi  che nel corso di un convegno organizzato dalla Società Dante Alighieri a Palazzo Firenze su un tema preciso “Siamo pronti per un Museo della lingua italiana?”, hanno convenuto che non solo i tempi sono maturi, ma c’è necessità e urgenza culturale a concretizzare un progetto partito con l’allestimento nel 2003 di una mostra sulla lingua italiana a Firenze, nella Galleria degli Uffizi  intitolata “Dove il sì suona. Gli italiani e la loro lingua” che ha appassionato e coinvolto, anche in termini numerici, i visitatori ...

Incontri letterari

Il libro invisibile di Pietro Citati

con

Giorgio Montefoschi e Piero Boitani

La presentazione del libro di Chiara Fera su Pietro Citati, scrittore, critico letterario e giornalista del Corriere della Sera e La Repubblica, importante tributo a cinquanta anni di giornalismo letterario rivolto a tutti i lettori comuni dalle pagine culturali dei quotidiani, ha consentito un viaggio tra i protagonisti della letteratura contemporanea e non, letti, corretti, interpretati, raccontati dal grande critico. Il titolo, particolare e accattivante, “Il libro invisibile di Pietro Citati” porta il lettore a chiedersi cosa ci possa essere di ancora non detto che non sia già emerso dai molti libri, circa sessanta, scritti da Citati e definiti da Pietro Boitani visibili, anzi visibilissimi.

Citati scrittore è l’emblema della metamorfosi traspositiva,  che lo porta a   trasformarsi di volta in volta nello scrittore di cui scrive, di cui legge tutto quello che dallo scrittore e sullo scrittore è stato scritto, per  entrare pienamente nel suo mondo e abitare tra tutti i  suoi personaggi ...

L’Accademia della Crusca, troppo lontana o troppo vicina alla lingua parlata?

La prestigiosa Accademia della Crusca è l’istituzione che dalla seconda metà del 1500 si occupa di codificare la lingua italiana, separando le forme corrette da tutte le impurità linguistiche. Ha sede a Firenze ed è la più antica accademia linguistica del mondo. Spesso al centro di polemiche per decisioni ritenute a volte impopolari, accompagna la naturale evoluzione della lingua italiana cercando di salvaguardarne tradizione e buon gusto, alla ricerca de il più bel fior ne coglie, come ricorda il verso del Petrarca scelto come motto ...

Le note “ senza confini” del M° Gabriele Pezone

Romanze e Fantasie  è un recital per violino e pianoforte che ha fatto tappa a Roma, al teatro Palladium, nell’ambito della stagione musicale organizzata dall’Università degli Studi Roma Tre, da sempre impegnata a promuovere la cultura musicale per sensibilizzare le nuove generazioni al grande repertorio musicale classico ...

Un abruzzese a Roma: Ennio Flaiano

I cultori degli aforismi sono portati a collegare il nome di Ennio Flaiano ai  suoi tanti aforismi, intelligenti, sarcastici, in taluni casi predittivi, patrimonio della memoria collettiva.

I conoscitori della cinematografia italiana che ha prodotto film che hanno cambiato il cinema italiano e internazionale, pensano Ennio Flaiano sublime sceneggiatore di capolavori assoluti ...

Note da Roma

Roma in Note inaugura la sua Rubrica con la notizia del concerto e della masterclass che il M° Leonardo De Angelis terrà al Miami International Guit art Festival presso la Florida International University school of Music, il 22 e 23 febbraio prossimi. Leonardo De Angelis è un  chitarrista e compositore, internazionalmente riconosciuto e apprezzato come uno dei concertisti più interessanti delle ultime generazioni per la capacità di integrare la grande tradizione strumentale chitarristica e i nuovi linguaggi musicali contemporanei. La sua importante esperienza concertistica e la carriera solistica lo hanno portato ad esibirsi nelle più importanti sale da concerto del mondo, dopo aver vinto prestigiosi premi nazionali e internazionali, formato dai piu’ grandi maestri del Novecento chitarristico ...

L'Eco di un sorpasso nelle ragioni della ricostruzione

IL SORPASSO. QUANDO L'ITALIA SI MISE A CORRERE.

1946-1961 è un viaggio affascinante negli anni del dopoguerra ricostruiti e raccontati da una mostra fotografica, allestita al Museo di Roma, curata da Enrico Menduni e Gabriele D'Autilia che ripercorre, per immagini, la storia  dell'Italia  uscita distrutta dalla guerra  che raccoglie il respiro ed è pronta a ripartire ...

La mostra su Paolo VI, Il Papa amico degli artisti

 Si può raccontare una esposizione di quadri? Si può provare a farlo, quando la mostra è sostenuta da argomenti forti, motivazioni profonde che hanno aperto uno scenario nuovo nella relazione, a lungo burrascosa, tra Chiesa e arte. Paolo VI, il papa amico degli artisti, è il titolo di una mostra organizzata a Roma per ricordare e celebrare la mano tesa verso gli artisti di un Papa diventato Santo ...