Post

IL VOLO e i FORUM STUDIOS
Nel tributo a Ennio Morricone

Il concerto tributo al M° Ennio Morricone, affidato a IL VOLO, la formazione pop lirica formata da due tenori e un baritono, che aprirà la stagione 2021 all’Arena di Verona il 5 giugno è l’occasione per raccontare i Forum Studios di Roma, che appartengono alla storia personale e artistica del Maestro e de IL VOLO . Ennio Morricone è stato fondatore e anima degli studi di registrazione conosciuti nel mondo come “il Tempio del suono”, 1000 mq ricavati nelle fondamenta di una basilica, a Piazza Euclide, che sono il luogo, dall’acustica perfetta, dove sono state scritte pagine memorabili di musica italiana e internazionale. IL VOLO ha registrato ai Forum il primo disco nel 2010, frequentando gli Studios tutti i giorni, per 8 mesi, ed Ennio Morricone è stato tra i primi a  “dare musicalmente l’attacco” e a cogliere interesse nella proposta artistica di un trio di giovani talenti, che si ispirava alla tradizione classica italiana. Nel 2011 la prima grande esibizione insieme al Maestro a Piazza del Popolo,  con il brano “E più ti penso”, composto su un medley delle colonne sonore dei film “C’era una volta in America” e “Malèna” di Ennio Morricone, che è ancora oggi  il loro  biglietto da visita nei  concerti in giro per il mondo. Il tributo a Ennio Morricone, trasmesso  in diretta da Verona su RAI 1 e in differita sul canale americano PBS, ospiterà sul palco, di fronte a un pubblico che seppur contingentato sarà di 6mila spettatori, la Roma Sinfonietta, l’orchestra di Ennio Morricone, diretta dai Maestri Andrea Morricone e Marcello Rota. Il progetto artistico che IL VOLO dedica a  Ennio Morricone, si completerà in autunno, con la pubblicazione del  nuovo disco, registrato in questi giorni   nei Forum Studios, dove il gruppo è tornato dopo molti anni. Le voci de IL VOLO accompagneranno le melodie del compositore Premio Oscar che sono già nella storia della musica mondiale, tutte composte nel tempio del suono. E’ interessante raccontare 50 anni di musica dei Forum Studios, dove si è svolta gran parte della vita, non solo artistica, di Ennio Morricone e far conoscere l’Orchestra Italiana del Cinema, un’impresa di eccellenza famosa in tutto il mondo, che non a caso “abita” nel luogo in cui è nata tanta musica per il cinema da Oscar. Fondazione Osservatorio Roma e America Oggi presentano l’evento con la testimonianza de IL VOLO e il racconto di Marco Patrignani, General Manager dei Forum Studios e Presidente dell’Orchestra Italiana del Cinema.

IL VOLO

La musica di Ennio Morricone è apprezzata nel mondo come espressione di identità italiana ma anche IL VOLO, vola nel mondo sulle ali dell’italianità. Cosa significa per voi che siete identificati con il bel canto italiano, entrare nelle note del M° Ennio Morricone e cantarle al mondo, non solo italiano?

E’ un onore e una responsabilità, perché il nostro obiettivo   è sempre stato quello di portare avanti la grande eredità della musica italiana. Abbiamo cercato di farlo fin dai nostri esordi e oggi che siamo cresciuti, cerchiamo di portare nel mondo i grandi artisti che hanno rappresentato il bel canto  italiano.  Lo facciamo con ambizione ma senza presunzione, consapevoli che il tempo passato da quando ancora ragazzini, abbiamo iniziato a cantare, ha consolidato la nostra passione per la musica.  L’ingrediente principale è proprio la passione, senza la quale tutto questo non sarebbe possibile. Noi crediamo fermamente che il Concerto e il disco che uscirà con il Tributo al M° Ennio Morricone, sia il progetto musicale più bello della nostra carriera artistica.

Marco Patrignani

Ennio Morricone e i Forum Studios raccontano una bella storia che nasce quando?

E’ una storia meravigliosa che comincia nel 1970, attraverso la creazione di questi studi ad opera di Ennio Morricone, Armando Trovajoli, Luis Bacalov e Piero Piccioni, 4 compositori eccellenti e iconici del grande cinema italiano nel mondo. Gli studi sono stati creati a loro immagine e somiglianza, per dar vita alle loro creazioni musicali e  colonne sonore ma poi hanno ospitato anche artisti rock, pop, jazz, classici provenienti da tutto il mondo.

Quante colonne sonore vincitrici di Premi Oscar sono state registrate ai Forum Studios?

Tra le oltre 2000 colonne sonore registrate presso i Forum Studios, molte sono vincitrici di premi Oscar, David di Donatello e altri prestigiosi riconoscimenti internazionali. Per citarne alcune “La vita è bella” di Nicola Piovani, “Il Postino” di Luis Bacalov, “Nuovo cinema Paradiso” di Ennio Morricone, “The Hateful Eight” con cui il M° Morricone ha vinto l’Oscar per le musiche, oltre quello alla carriera che premia tutto il suo incredibile lavoro.

Quanto è stata importante la scelta del luogo per i Forum Studios, percepiti subito come “il Tempio del suono”?

I compositori, insieme al loro manager Enrico De Melis e ad alcuni eccellenti tecnici del suolo, scelsero un luogo particolare, uno spazio di 1000 mq nelle fondamenta di una basilica storica, dalle forme classiche, la Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria a Piazza Euclide, costruita su progetto del grande architetto Armando Brasini dai primi del ‘900 al 1952. Sono studi di registrazione composti da grandi sale dove si possono installare fino a 100 elementi d’orchestra in contemporanea. Gli spazi furono oggetto di una imponente ristrutturazione, sotto la guida degli ingegneri acustici della RCA e il risultato fu un capolavoro di acustica che restituisce un suono simile a quello di uno strumento perfetto. Lo Studio A, che ha segnato il successo di molti capolavori, ha ancora oggi un’acustica molto equilibrata, dove sono state aggiornate le tecnologie relative a mixer, microfoni e attrezzature ma il suono d’eccellenza nasce ancora dalla combinazione virtuosa del vintage analogico con l’innovazione digitale.

Il progetto “Morricone segreto” cosa racconta?

E’ una produzione Decca Universal che nasce dall’intuizione di pubblicare in un disco i brani meno noti della grande produzione del Maestro, capolavori musicali nascosti, utilizzati come colonne sonore di film considerati minori non in termini di qualità ma per il successo ottenuto presso il grande pubblico. Un documentario, disponibile gratuitamente in streaming, porta lo stesso titolo ed è stato realizzato nei Forum Studios, con una serie di testimonianze di quanti, a vario titolo, hanno conosciuto e collaborato con il maestro.

Forum Studios era il luogo in cui il Maestro trascorreva quasi tutto il suo tempo?

Dal 1970 a poco prima che ci lasciasse, il Maestro ha vissuto quotidianamente gli Studi, al mattino era il primo ad arrivare e a impostare il lavoro con l’orchestra, all’insegna di una perfetta programmazione di piani di lavoro che solo lui sapeva dare.

La festa per i suoi 90 anni non poteva svolgersi che ai Forum Studios

L’idea di festeggiare un compleanno tanto importante ai Forum Studios, voleva essere un regalo al Maestro ma in realtà il regalo lo ha fatto lui, schivo ed estraneo a qualunque mondanità, a tutti noi, accettando l’invito. Lo abbiamo festeggiato con un concerto nello Studio A, dove sono nate le sue meravigliose creazioni, omaggiandolo con una serie di esecuzioni della sua musica contemporanea che lo hanno emozionato al punto che ha preso il microfono e ringraziato tutti i musicisti che negli anni hanno collaborato con lui, presenti e non presenti, “senza i quali la mia musica non sarebbe stata la stessa musica”.

L’Orchestra Italiana del Cinema nasce nei Forum Studios in risposta alla grande tradizione musicale cinematografica che da sempre abita gli Studi?

Gli Studi sono conosciuti nel mondo  come il tempio della grande musica del cinema, per questo 10 anni fa abbiamo pensato di creare un organico orchestrale sinfonico dedicato e specializzato nella promozione del prezioso capitale artistico e culturale rappresentato dalla musica per il cinema. Grande è stata l’influenza del M° Morricone e degli altri fondatori, nel mettere insieme una compagine di eccellenza orchestrale che negli ultimi anni era stata trascurata, perché molti talenti si sono trasferiti all’estero, soprattutto nei Paesi dell’Est. I Forum Studios hanno cercato di dare una risposta alla comunità dei musicisti e dei tecnici italiani, offrendo una concreta e importante possibilità di lavoro. Oggi l’Orchestra Italiana del Cinema è una impresa di eccellenza, che ha selezionato 400 musicisti tra i 1000 che sono stati esaminati e che oggi ha un organico flessibile, conserva una componente di base stabile ma è sempre aperta a inserire giovani talenti, sia per suonare in studio che nella attività concertistica. Abbiamo portato il suono italiano nel mondo, con oltre 100 concerti in Cina, a Los Angeles, dove abbiamo celebrato il centenario di Federico Fellini, suonando con musicisti internazionali le musiche composte da Nino Rota.

IL VOLO, Ennio Morricone e i Forum Studios come si intrecciano tra loro? Il Tributo di oggi da quale storia nasce?

I tre ragazzi de IL VOLO hanno cominciato la loro avventura proprio ai Forum Studios, dove nel 2010 hanno registrato il primo disco, dopo la partecipazione al programma televisivo “Ti lascio una canzone”. Tony Renis fece prendere letteralmente il volo al trio di ragazzi che vennero da noi a registrare il disco di debutto,  già fortemente caratterizzato da una impostazione internazionale. IL VOLO, che si è accreditato nel mondo con un successo planetario, ha sempre avuto grande passione per la musica di Ennio Morricone. I tre interpreti sono stati i primi, con il manager Michele Torpedine e la loro casa discografica  Sony Music, a dedicare un tributo al M° Morricone, con un disco che hanno appena registrato nei nostri studi. Sono tornati  a Piazza Euclide dopo qualche anno ed erano molto emozionati, quasi increduli nel rivedere e rivivere gli studi che da ragazzini avevano frequentato per tanto tempo. Nel frattempo hanno fatto due volte il giro del mondo, venduto molti dischi e partecipato a grandi eventi. Il loro progetto artistico potrà dare ancora voce importante alla musica del Maestro, con una forma anche rivisitata che vedremo all’Arena di Verona, ascolteremo nel disco che seguirà e nel loro prossimo tour mondiale.

E’ un disco registrato con la Roma Sinfonietta, l’orchestra da sempre vicina al M° Morricone?

L’orchestra Roma Sinfonietta ha inciso la totalità delle esecuzioni del Maestro qui negli Studi e fa parte della nostra grande famiglia. IL VOLO ha registrato l’orchestra per il disco  nei nostri Studi.

IL VOLO ha lasciato una dedica sul wall of fame dei Forum Studios. Cosa ha scritto?

Negli Studios ci sono due grandi pannelli firme, uno già completo e pieno di dediche di artisti, l’altro su cui, fino a poche settimane fa, c’era la dedica autografa di Bruce Springsteen e quella di Kanye West. In mezzo ora si sono posizionati i ragazzi de IL VOLO che hanno scritto “Beh, ci accomodiamo tra questi due giganti”.

Al Forum Music Village si vive tutti per la musica e per la passione del suono” è la dedica scritta da Ennio Morricone. E’ questo lo spirito romano della musica e del suono che ha conquistato il mondo?

La dedica parla da sola, la passione che sentiamo in ogni nota del Maestro è il nostro comune denominatore. Il suo amore per la musica è infinito e il nostro impegno quotidiano è e sarà sempre quello di tenere in vita e preservare questo luogo. I Forum Studios sono accomunati a poche altre realtà di eccellenza nel mondo, agli Abbey Road Studios londinesi, ai Capitol Studios di Los Angeles, ai pochi studi  di registrazione che ancora possono ospitare orchestre per la produzione di un  suono puro che non è replicabile con strumenti virtuali. I nostri Studi son un Hub creativo aperto a tutti, ai grandi progetti ma anche agli esordienti, a chiunque cerchi l’eccellenza di un suono vero.

Il suono che sarebbe piaciuto a Franco Patrignani?

Il suono che Franco Patrignani, mio padre, illustre fonico tecnico del suono, ha  cercato sempre,  dal  momento in cui ha preso in carico, direttamente dal M° Morricone e dagli altri fondatori, la gestione degli Studi nel 1979, aprendoli a una tecnologia d’avanguardia e a continue innovazioni, con nuovi registratori multitraccia, a otto, sedici e 24 piste, con un mixer Harrison che arrivava dagli Stati Uniti, reinvestendo continuamente e costruendo  un’impresa di eccellenza, per la realizzazione di un suono e una musica eccellente, di cui il M° Ennio Morricone sarà  sempre il fiore all’occhiello.

 

 

 Il concerto tributo al M° Ennio Morricone, affidato a IL VOLO, la formazione pop lirica formata da due tenori e un baritono, che aprirà la stagione 2021 all’Arena di Verona il 5 giugno è l’occasione per raccontare i Forum Studios di Roma, che appartengono alla storia personale e artistica del Maestro e de IL VOLO. Ennio Morricone è stato fondatore e anima degli studi di registrazione conosciuti nel mondo come “il Tempio del suono”, 1000 mq ricavati nelle fondamenta di una basilica, a Piazza Euclide, che sono il luogo, dall’acustica perfetta, dove sono state scritte pagine memorabili di musica italiana e internazionale. IL VOLO ha registrato ai Forum il primo disco nel 2010, frequentando gli Studios tutti i giorni, per 8 mesi, ed Ennio Morricone è stato tra i primi a  “dare musicalmente l’attacco” e a cogliere interesse nella proposta artistica di un trio di giovani talenti, che si ispirava alla tradizione classica italiana. Nel 2011 la prima grande esibizione insieme al Maestro a Piazza del Popolo,  con il brano “E più ti penso”, composto su un medley delle colonne sonore dei film “C’era una volta in America” e “Malèna” di Ennio Morricone, che è ancora oggi  il loro  biglietto da visita nei  concerti in giro per il mondo. Il tributo a Ennio Morricone, trasmesso  in diretta da Verona su RAI 1 e in differita sul canale americano PBS, ospiterà sul palco, di fronte a un pubblico che seppur contingentato sarà di 6mila spettatori, la Roma Sinfonietta, l’orchestra di Ennio Morricone, diretta dai Maestri Andrea Morricone e Marcello Rota. Il progetto artistico che IL VOLO dedica a  Ennio Morricone, si completerà in autunno, con la pubblicazione del  nuovo disco, registrato in questi giorni   nei Forum Studios, dove il gruppo è tornato dopo molti anni. Le voci de IL VOLO accompagneranno le melodie del compositore Premio Oscar che sono già nella storia della musica mondiale, tutte composte nel tempio del suono. E’ interessante raccontare 50 anni di musica dei Forum Studios, dove si è svolta gran parte della vita, non solo artistica, di Ennio Morricone e far conoscere l’Orchestra Italiana del Cinema, un’impresa di eccellenza famosa in tutto il mondo, che non a caso “abita” nel luogo in cui è nata tanta musica per il cinema da Oscar. Fondazione Osservatorio Roma e America Oggi presentano l’evento con la testimonianza de IL VOLO e il racconto di Marco Patrignani, General Manager dei Forum Studios e Presidente dell’Orchestra Italiana del Cinema.

 

IL VOLO

La musica di Ennio Morricone è apprezzata nel mondo come espressione di identità italiana ma anche IL VOLO, vola nel mondo sulle ali dell’italianità. Cosa significa per voi che siete identificati con il bel canto italiano, entrare nelle note del M° Ennio Morricone e cantarle al mondo, non solo italiano?

E’ un onore e una responsabilità, perché il nostro obiettivo   è sempre stato quello di portare avanti la grande eredità della musica italiana. Abbiamo cercato di farlo fin dai nostri esordi e oggi che siamo cresciuti, cerchiamo di portare nel mondo i grandi artisti che hanno rappresentato il bel canto  italiano.  Lo facciamo con ambizione ma senza presunzione, consapevoli che il tempo passato da quando ancora ragazzini, abbiamo iniziato a cantare, ha consolidato la nostra passione per la musica.  L’ingrediente principale è proprio la passione, senza la quale tutto questo non sarebbe possibile. Noi crediamo fermamente che il Concerto e il disco che uscirà con il Tributo al M° Ennio Morricone, sia il progetto musicale più bello della nostra carriera artistica.

Marco Patrignani

Ennio Morricone e i Forum Studios raccontano una bella storia che nasce quando?

E’ una storia meravigliosa che comincia nel 1970, attraverso la creazione di questi studi ad opera di Ennio Morricone, Armando Trovajoli, Luis Bacalov e Piero Piccioni, 4 compositori eccellenti e iconici del grande cinema italiano nel mondo. Gli studi sono stati creati a loro immagine e somiglianza, per dar vita alle loro creazioni musicali e  colonne sonore ma poi hanno ospitato anche artisti rock, pop, jazz, classici provenienti da tutto il mondo.

Quante colonne sonore vincitrici di Premi Oscar sono state registrate ai Forum Studios?

Tra le oltre 2000 colonne sonore registrate presso i Forum Studios, molte sono vincitrici di premi Oscar, David di Donatello e altri prestigiosi riconoscimenti internazionali. Per citarne alcune “La vita è bella” di Nicola Piovani, “Il Postino” di Luis Bacalov, “Nuovo cinema Paradiso” di Ennio Morricone, “The Hateful Eight” con cui il M° Morricone ha vinto l’Oscar per le musiche, oltre quello alla carriera che premia tutto il suo incredibile lavoro.

Quanto è stata importante la scelta del luogo per i Forum Studios, percepiti subito come “il Tempio del suono”?

I compositori, insieme al loro manager Enrico De Melis e ad alcuni eccellenti tecnici del suolo, scelsero un luogo particolare, uno spazio di 1000 mq nelle fondamenta di una basilica storica, dalle forme classiche, la Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria a Piazza Euclide, costruita su progetto del grande architetto Armando Brasini dai primi del ‘900 al 1952. Sono studi di registrazione composti da grandi sale dove si possono installare fino a 100 elementi d’orchestra in contemporanea. Gli spazi furono oggetto di una imponente ristrutturazione, sotto la guida degli ingegneri acustici della RCA e il risultato fu un capolavoro di acustica che restituisce un suono simile a quello di uno strumento perfetto. Lo Studio A, che ha segnato il successo di molti capolavori, ha ancora oggi un’acustica molto equilibrata, dove sono state aggiornate le tecnologie relative a mixer, microfoni e attrezzature ma il suono d’eccellenza nasce ancora dalla combinazione virtuosa del vintage analogico con l’innovazione digitale.

Il progetto “Morricone segreto” cosa racconta?

E’ una produzione Decca Universal che nasce dall’intuizione di pubblicare in un disco i brani meno noti della grande produzione del Maestro, capolavori musicali nascosti, utilizzati come colonne sonore di film considerati minori non in termini di qualità ma per il successo ottenuto presso il grande pubblico. Un documentario, disponibile gratuitamente in streaming, porta lo stesso titolo ed è stato realizzato nei Forum Studios, con una serie di testimonianze di quanti, a vario titolo, hanno conosciuto e collaborato con il maestro.

Forum Studios era il luogo in cui il Maestro trascorreva quasi tutto il suo tempo?

Dal 1970 a poco prima che ci lasciasse, il Maestro ha vissuto quotidianamente gli Studi, al mattino era il primo ad arrivare e a impostare il lavoro con l’orchestra, all’insegna di una perfetta programmazione di piani di lavoro che solo lui sapeva dare.

La festa per i suoi 90 anni non poteva svolgersi che ai Forum Studios

L’idea di festeggiare un compleanno tanto importante ai Forum Studios, voleva essere un regalo al Maestro ma in realtà il regalo lo ha fatto lui, schivo ed estraneo a qualunque mondanità, a tutti noi, accettando l’invito. Lo abbiamo festeggiato con un concerto nello Studio A, dove sono nate le sue meravigliose creazioni, omaggiandolo con una serie di esecuzioni della sua musica contemporanea che lo hanno emozionato al punto che ha preso il microfono e ringraziato tutti i musicisti che negli anni hanno collaborato con lui, presenti e non presenti, “senza i quali la mia musica non sarebbe stata la stessa musica”.

L’Orchestra Italiana del Cinema nasce nei Forum Studios in risposta alla grande tradizione musicale cinematografica che da sempre abita gli Studi?

Gli Studi sono conosciuti nel mondo  come il tempio della grande musica del cinema, per questo 10 anni fa abbiamo pensato di creare un organico orchestrale sinfonico dedicato e specializzato nella promozione del prezioso capitale artistico e culturale rappresentato dalla musica per il cinema. Grande è stata l’influenza del M° Morricone e degli altri fondatori, nel mettere insieme una compagine di eccellenza orchestrale che negli ultimi anni era stata trascurata, perché molti talenti si sono trasferiti all’estero, soprattutto nei Paesi dell’Est. I Forum Studios hanno cercato di dare una risposta alla comunità dei musicisti e dei tecnici italiani, offrendo una concreta e importante possibilità di lavoro. Oggi l’Orchestra Italiana del Cinema è una impresa di eccellenza, che ha selezionato 400 musicisti tra i 1000 che sono stati esaminati e che oggi ha un organico flessibile, conserva una componente di base stabile ma è sempre aperta a inserire giovani talenti, sia per suonare in studio che nella attività concertistica. Abbiamo portato il suono italiano nel mondo, con oltre 100 concerti in Cina, a Los Angeles, dove abbiamo celebrato il centenario di Federico Fellini, suonando con musicisti internazionali le musiche composte da Nino Rota.

IL VOLO, Ennio Morricone e i Forum Studios come si intrecciano tra loro? Il Tributo di oggi da quale storia nasce?

I tre ragazzi de IL VOLO hanno cominciato la loro avventura proprio ai Forum Studios, dove nel 2010 hanno registrato il primo disco, dopo la partecipazione al programma televisivo “Ti lascio una canzone”. Tony Renis fece prendere letteralmente il volo al trio di ragazzi che vennero da noi a registrare il disco di debutto,  già fortemente caratterizzato da una impostazione internazionale. IL VOLO, che si è accreditato nel mondo con un successo planetario, ha sempre avuto grande passione per la musica di Ennio Morricone. I tre interpreti sono stati i primi, con il manager Michele Torpedine e la loro casa discografica  Sony Music, a dedicare un tributo al M° Morricone, con un disco che hanno appena registrato nei nostri studi. Sono tornati  a Piazza Euclide dopo qualche anno ed erano molto emozionati, quasi increduli nel rivedere e rivivere gli studi che da ragazzini avevano frequentato per tanto tempo. Nel frattempo hanno fatto due volte il giro del mondo, venduto molti dischi e partecipato a grandi eventi. Il loro progetto artistico potrà dare ancora voce importante alla musica del Maestro, con una forma anche rivisitata che vedremo all’Arena di Verona, ascolteremo nel disco che seguirà e nel loro prossimo tour mondiale.

E’ un disco registrato con la Roma Sinfonietta, l’orchestra da sempre vicina al M° Morricone?

L’orchestra Roma Sinfonietta ha inciso la totalità delle esecuzioni del Maestro qui negli Studi e fa parte della nostra grande famiglia. IL VOLO ha registrato l’orchestra per il disco  nei nostri Studi.

IL VOLO ha lasciato una dedica sul wall of fame dei Forum Studios. Cosa ha scritto?

Negli Studios ci sono due grandi pannelli firme, uno già completo e pieno di dediche di artisti, l’altro su cui, fino a poche settimane fa, c’era la dedica autografa di Bruce Springsteen e quella di Kanye West. In mezzo ora si sono posizionati i ragazzi de IL VOLO che hanno scritto “Beh, ci accomodiamo tra questi due giganti”.

Al Forum Music Village si vive tutti per la musica e per la passione del suono” è la dedica scritta da Ennio Morricone. E’ questo lo spirito romano della musica e del suono che ha conquistato il mondo?

La dedica parla da sola, la passione che sentiamo in ogni nota del Maestro è il nostro comune denominatore. Il suo amore per la musica è infinito e il nostro impegno quotidiano è e sarà sempre quello di tenere in vita e preservare questo luogo. I Forum Studios sono accomunati a poche altre realtà di eccellenza nel mondo, agli Abbey Road Studios londinesi, ai Capitol Studios di Los Angeles, ai pochi studi  di registrazione che ancora possono ospitare orchestre per la produzione di un  suono puro che non è replicabile con strumenti virtuali. I nostri Studi son un Hub creativo aperto a tutti, ai grandi progetti ma anche agli esordienti, a chiunque cerchi l’eccellenza di un suono vero.

Il suono che sarebbe piaciuto a Franco Patrignani?

Il suono che Franco Patrignani, mio padre, illustre fonico tecnico del suono, ha  cercato sempre,  dal  momento in cui ha preso in carico, direttamente dal M° Morricone e dagli altri fondatori, la gestione degli Studi nel 1979, aprendoli a una tecnologia d’avanguardia e a continue innovazioni, con nuovi registratori multitraccia, a otto, sedici e 24 piste, con un mixer Harrison che arrivava dagli Stati Uniti, reinvestendo continuamente e costruendo  un’impresa di eccellenza, per la realizzazione di un suono e una musica eccellente, di cui il M° Ennio Morricone sarà  sempre il fiore all’occhiello.