Post

RomArte

Caio Mario Garrubba
Il fotografo della strada in mostra a Roma

Chi è Caio Mario Garrubba? E’ una domanda che giustifica la necessità di una risposta, perché pur trattandosi di un gigante del fotogiornalismo mondiale, al pari di icone della fotografia come Henri Cartier-Bresson, Joseph Koudelka  e Robert Capa, il suo nome è ancora incomprensibilmente  poco noto in Italia, dove  è conosciuto solo tra gli addetti ai lavori e non dalla gente comune che è stata sempre al centro delle sue attenzioni di fotografo di strada, considerata teatro di vita e  costruttrice di storia ...

MAUPAL
L'artista irregolare che disegna un Papa singolare

L’immagine iconografica dello street artist evoca personaggi creativi che agiscono nell’ombra, in maniera estemporanea e realizzano graffiti su spazi pubblici, mettendoci la mano e nascondendo la faccia ...

Carole A. Feuerman
Sculture iperrealiste in mostra a Roma

L’arte unisce idealmente, in questa stagione di reborn culturale, tre grandi città, Roma, New York e Venezia, ciascuna impegnata e proiettata a valorizzare il racconto artistico contemporaneo. Roma accoglie ed espone le imponenti sculture di Carole A. Feuerman, l’artista più rappresentativa dell’arte scultorea americana, definita da John Spike, autorevole storico dell’arte, “la regina del super-realismo” ...

Il fotogiornalismo di Adolfo Porry-Pastorel
La foto diventa notizia

Negli anni Dieci del Novecento, quando le fotografie pubblicate sui giornali cominciano da sole a raccontare la storia, nasce il fotogiornalismo. L’immagine acquisisce una propria capacità di narrazione, non accompagna il testo scritto ma diventa un altro testo che restituisce un altro sguardo ...

Il Museo Giovanni Barracco
celebra Dante

Il 14 settembre 1321 Dante Alighieri moriva a Ravenna. Era ammalato di malaria e aveva solo 56 anni. A 700 anni dalla morte, è ancora lo scrittore più letto al mondo ...

Regina Schrecker
veste le donne della Divina Commedia

Francesca da Rimini, Pia dé Tolomei e Beatrice sono tre donne simbolo rese immortali da Dante nella Divina Commedia. Francesca è raccontata dal Sommo Poeta nel V canto dell’Inferno, nel girone dei lussuriosi, dove sconta la pena eterna insieme a Paolo, fratello del marito, di cui si era innamorata, entrando in una relazione d’amore proibita, interrotta dalla mano assassina del marito tradito che uccide entrambi ...

Roma
Nascita di una Capitale

Il 20 settembre 1870 rappresenta una data storica per Roma e per l’Italia. I bersaglieri dell’esercito italiano sconfissero le guardie pontificie aprendo la Breccia di Porta Pia e innalzarono il Tricolore sulla città eterna, scelta come capitale d’Italia ...

CHIAMALA ROMA
Fotografie di Sandro Becchetti

 Roma è una inesausta narrazione”, scriveva il filosofo Paul Cleary, un racconto inesauribile ricostruito dalle pagine di scrittori e storici, dai quadri dei pittori e dagli scatti dei fotografi ...

Pasqua d'autore
Arte, poesia e pasticceria

Un atelier romano di arte pasticciera restituisce, in ogni periodo ma soprattutto a Pasqua, un’esperienza immersiva nella cultura, creatività, genialità, passione per l’arte e la letteratura, per terre e luoghi lontani e per il gusto, non solo estetico ma sensoriale, di dolci realizzati come trasposizioni di opere d’arte ...

Cento anni di Nino Manfredi
Uno, nessuno, cento Nino

Il 22 marzo 1921 nasceva Nino Manfredi, all’anagrafe Saturnino, un nome che porta con sé le origini ciociare del piccolo comune dove è nato, Castro dei Volsci, in provincia di Frosinone, che è nella storia dell’uomo e dell’artista. Bastiano il barista di Ceccano, uno dei primi personaggi che lo ha fatto conoscere e amare dal pubblico italiano nella Canzonissima del 1959, parlava il dialetto ciociaro, ...

Bulgari mecenate di Roma

L’immagine di Roma, città simbolo di forza militare e potenza culturale nel mondo antico, icona di straordinaria ed eterna bellezza, comincia a costruirsi al tempo di Ottaviano Augusto, il primo imperatore di Roma. Significativo fu il contributo di Gaio Cilnio Mecenate, un ricco generale di origine etrusca, amico personale e consigliere di Augusto, che avviò modalità di mecenatismo culturale, offrendo un sostegno economico personale, alle iniziative culturali che contribuivano a creare il mito di Roma e a raccontarla nella sua magnificenza ...

Napoleone ai Mercati di Traiano
Storia, arte e tecnologia

I Mercati di Traiano, grandiosa opera di architettura romana oggi Museo dei Fori Imperiali, ospitano “Napoleone e il mito di Roma”, una mostra ideata in occasione del bicentenario dalla morte di Napoleone Bonaparte. Sono trascorsi 200 anni dal 5 maggio 1821, una data storicamente significativa che Alessandro Manzoni ha reso immortale con l’ode “Il 5 maggio” ma Napoleone, le sue imprese e il rapporto con Roma, conserva inalterata capacità attrattiva ...

Sculture arboree
Andrea Gandini regala arte a Roma

Quando Napoleone Bonaparte incontrò a Parigi Antonio Canova, uno dei più grandi scultori italiani, parlarono del rapporto che Roma aveva con gli alberi e anche se Canova riferì che a Roma si preferiva piantare obelischi piuttosto che alberi, l’argomento sollevato dall’imperatore aveva piena legittimazione, perché già allora, era il 1810, Roma aveva una storia di alberi e verde da raccontare. Nel 2021 ricorre il 120esimo anniversario del passaggio di proprietà di Villa Borghese, uno dei parchi urbani più grandi e belli d’Europa, oasi naturale e architettonica nel centro della città, dalla famiglia Borghese, che ne era proprietaria, allo Stato che la acquistò per poi cederla al Comune di Roma ...

“Edizione straordinaria” di Walter Veltroni
E la cronaca si fa Storia con il racconto televisivo

Il susseguirsi frenetico delle notizie che raccontano il tempo in cui viviamo, amplifica le emozioni del presente ma rischia di allontanare i ricordi del passato, anche quelli emotivamente potenti che appartengono alla nostra storia. Se ciò accade, il presentismo senza memoria e senza futuro, inteso come difficoltà a vivere il tempo in una dimensione diversa dal presente, da rischio diventa realtà ...

La fotografia di Josef Koudelka
racconta le radici della nostra storia

Lunedì primo febbraio Roma ha cambiato colore e volto. La classificazione in zona gialla, per moderato rischio Covid, ha consentito la riapertura dei musei, siti archeologici e luoghi della cultura, dopo il fermo più lungo subito dalla fine della seconda guerra mondiale. 88 giorni di chiusura hanno reso più triste e povera la città che aveva già registrato, in maniera uniforme e diffusa in tutto il 2020, un calo di visitatori pari all’ 80% rispetto agli anni precedenti ...

ROMA
Bellezza e caos

Roma è una città di straordinaria bellezza e di grande caos. Le due definizioni non sono in antitesi ma definiscono l’identità della città, conosciuta nel mondo per la sua dimensione archeologica, storica e museale. Ma Roma non è fatta solo di monumenti, resti archeologici, palazzi e chiese barocche, musei e luoghi istituzionali, strade eleganti e negozi fashion che la tradizione iconografica racconta ...

ROMAISON

Roma è la città delle grandi Sartorie di Costume che realizzano abiti per il cinema, italiano e internazionale, quelle maison d’arte che hanno inventato la moda cinematografica e che hanno fjatto scuola nel mondo sviluppando una scienza artigianale oggi in mostra con un nome “ROMAISON” che unisce e collega Roma alla moda  e al cinema. Creazioni originali del ‘700, pezzi unici custoditi negli archivi straordinari delle Sartorie, costumi che hanno segnato la storia del cinema mondiale, cappelli, manufatti, divise sportive, abiti per pontefici, manichini e gioielli costituiscono le preziosità esposte in mostra all’Ara Pacis da Annamode, Costumi d’arte-Peruzzi, Farani, Pieroni e Tirelli. Sei Sartorie di costumi d’arte visitate dai più grandi protagonisti del cinema mondiale, da stilisti e couturier che a Roma hanno scelto abiti e reinventato mode attingendo dalla straordinaria ricchezza degli archivi di Sartorie che hanno saputo creare, ricercare e conservare ...

LOCKDOWN ITALIA visto dalla Stampa Estera

Nei giorni in cui l’ipotesi di un nuovo lockdown, più o meno light, circola con insistenza, si conclude a Roma una mostra fotografica organizzata dall’Associazione Stampa Estera in Italia, la più grande organizzazione di corrispondenti esteri nel mondo, che documenta come è stato raccontato il lockdown italiano e le reazioni del primo Paese occidentale colpito dalla pandemia, dallo shock  della chiusura ai timidi tentativi di rinascita. Settanta immagini scattate da trenta fotografi provenienti da dieci Paesi e da alcuni corrispondenti italiani della Reuters, AP e AFP, le tre principali agenzie rappresentate nell’Associazione Stampa Estera ...

Viaggio nello sceneggiato giallo RAI

Il commissario Maigret, il tenente Sheridan, la giornalista investigatrice Laura Storm, Padre Brown, Nero Wolfe, sono alcuni dei personaggi nati dalla penna di grandi scrittori e diventati protagonisti di sceneggiati televisivi, sia di quelli che hanno tratto linfa dalle grandi opere letterarie internazionali sia dei cosiddetti “originali televisivi”, ideati, prodotti e confezionati esclusivamente per la televisione. Alcuni personaggi sono stati percepiti come compagni di vita da milioni di telespettatori, che li trascinavano idealmente fuori dallo schermo trasportandoli nella loro quotidianità, fatta di chiacchiere al bar e cene tra amici alla ricerca della soluzione di un enigma che lo sceneggiato costruiva di puntata in puntata ...

CRUOR
Al Museo Carlo Bilotti

Roma ha un museo di arte contemporanea intitolato a una illuminata figura di imprenditore italoamericano, Carlo Bilotti, partito da Cosenza, vissuto a NY, innamorato dell’Arte che ha collezionato e valorizzato come presenza costante e attiva nella vita e nel lavoro. Carlo Bilotti, scomparso nel 2006, l’anno in cui alcuni dei suoi progetti culturali più significativi trovavano concreta realizzazione, va ricordato come collezionista, mecenate, amico di molti artisti internazionali, appassionato promotore della interazione tra arte e ambiente urbano che lo ha portato a realizzare il MaB ...

“Per gioco”
L’età d’oro del giocattolo in mostra a Roma

Piazza Navona, luogo tradizionalmente evocativo di giochi e giocattoli della Befana romana, accoglie il Museo di Roma a Palazzo Braschi, fastoso edificio settecentesco e scenario ideale per una mostra affascinante sull’età d’oro del giocattolo, che comprende gli anni tra il 1860 e il 1930, inaugurata il 25 luglio e visitabile fino a gennaio 2021. “Per gioco. La collezione di giocattoli antichi della Sovrintendenza Capitolina”, propone una selezione di 700 pezzi della straordinaria raccolta rilevata dalla Sovrintendenza dal collezionista perugino Leonardo Servadio,  che aveva a sua volta rilevato il Leksakmuseum dello svedese Peter Plumtky ...

Il tempo di Caravaggio e dei Caravaggeschi
in mostra ai Musei Capitolini

Roma supera l’eccezionalità delle mostre visitabili solo virtualmente nel palinsesto digitale che la sua rete museale, durante il lockdown, ha offerto con la campagna #LaCulturaincasa e riapre alla godibilità delle visite in presenza, nei luoghi della cultura, seppur contingentate e in applicazione delle indicazioni di sicurezza sanitaria. I Musei Capitolini, in piazza del Campidoglio, il più antico museo pubblico del mondo, nato nel 1471 per accogliere la donazione di un gruppo di statue bronzee che Papa Sisto IV fece al popolo romano, sono la prestigiosa sede ospitante di una mostra dedicata al Caravaggio e ai caravaggeschi visitabile fino al 13 settembre ...

Permette? Alberto Sordi

 Roma celebra il centenario del suo ottavo re, sindaco onorario per un giorno, l’ americano a Roma che  al suono di  orait orait sfida il “macarone e se lo magna”, il faccione immenso che nel cinema ha segnato un’epoca, la voce che ha fatto parlare Ollio, Oliver Hardly, agli Italiani, il romano de Roma che da Roma “nun se n’è mai annato, mannanno l’artri a quer paese, in musica naturalmente, perché anche quello sapeva fare. Alberto Sordi, icona della romanità più vera, furbetta e sfottente, ma anche simbolo di vizi e virtù dell’italiano medio che ha raccontato con duecento film, tanta radio, innumerevoli partecipazioni televisive,   personaggio e persona distinguibili solo in filigrana, verrà festeggiato con una serie di iniziative e con una mostra allestita nella sua casa museo sull’Appia Antica ...

Le emozioni su tela di
Marcella Caja

Nascere a Roma nel 1895 e vivere fino al 1983, ha una dimensione storica e sociologica particolare che assume ancor più importanza se si parla di una donna, nata alla fine dell’Ottocento, vissuta subendo due guerre mondiali, incrociando cambiamenti epocali nei costumi, nelle consuetudini, nei rapporti familiari. In una vita in cui tutto cambia, c’è una costante, l’amore per la pittura, coltivato ed esercitato con talento, sostenuto da studi adeguati all’Accademia di Belle Arti, nutrito di premi prestigiosi come il “Pensionato per la figura” dell’Accademia di San Luca, arricchito da partecipazioni ad associazioni, mostre, rassegne, esposizioni in Gallerie d’Arte ...

C’era una volta Sergio Leone

C’era una volta il West e il suo cinema, raccontato e reinventato da un regista trasteverino, intriso di romanità, che nel 1964 ha avuto l’ambizione, riuscendoci, di riscrivere completamente le regole del western, il genere cinematografico allora più importante. “Il buono, il brutto, il cattivo”, “C’era una volta il West”, “Per un pugno di dollari”, C’era una volta in America”, sono film che appartengono alla memoria personale e collettiva italiana e internazionale e che hanno aperto le porte a un nuovo modo di fare cinema, fatto di silenzi da ascoltare, spazi dilatati,  suoni, rumori, intensi primi piani, di volti e di stivali,  pensati  dal regista per riscrivere, con pagine nuove, copioni che il tempo aveva in parte consunto. La sfida, coraggiosa e audace, completamente riuscita, ha lasciato una eredità preziosa, silente custode di un retroterra culturale che si muove agilmente tra ispirazioni e fonti culturali importanti, conservandone l’essenza senza sbandierarne la presenza ...

La Romanità originale di Aquileia
in mostra a Roma

Roma celebra la fondazione bimillenaria dell’antica città di Aquileia, la quarta città per importanza e dimensione dell’Impero Romano, fondata nel 181 a.C, ospitando la mostra “AQUILEIA. Porta di Roma verso i Balcani e l’Oriente 2200” nel prestigioso spazio espositivo del Museo dell’Ara Pacis.  Aquileia era un luogo caro all’imperatore Augusto che amava trascorrere lunghi periodi nella città nata come colonia romana, ma in realtà diventata un’altra Roma ai confini dell’Impero, centro culturale e commerciale aperto agli influssi dell’Oriente e del Nord Africa che ne hanno definito una romanità originale. La vocazione di Aquileia al dialogo con l’altro, con genti diverse fece sì che diventasse l’interfaccia attiva di Roma con il Medio Oriente, la porta di ingresso non solo per derrate e prodotti ma anche per  filosofia, religioni, costumi e consuetudini ...

Pompei e Santorini, l'Eternità in un giorno
nel racconto di Corrado Augias e Massimo Osanna

Le Scuderie del Quirinale, struttura espositiva ospitata in uno straordinario edificio del XVIII secolo, su Piazza del Quirinale, di fronte al Palazzo della Presidenza della Repubblica, sono sede prestigiosa per mostre temporanee di grande spessore scientifico e accolgono le principali esposizioni di arte e archeologia in Italia, nate da importanti collaborazioni istituzionali. “Pompei e Santorini. L’Eternità in un giorno” è la mostra, visitabile fino al 6 gennaio che racconta la storia delle terribili eruzioni vulcaniche che hanno sepolto, a 1.700 anni l’una dall’altra, con analoghe modalità, due città faro di cultura nel Mediterraneo, Akrotiri, oggi conosciuta come Santorini, nell’arcipelago delle Cicladi, distrutta nel 1613 a.C. e Pompei,  sepolta  dal Vesuvio nel 79 d.C. ...

Canova e la sua Eterna bellezza
in mostra a Roma

Antonio Canova, lo scultore del bello, il Fidia del neoclassicismo, è in mostra a Roma per ripercorrere e sottolineare l’importanza che la città eterna ha avuto nella sua vita personale e nella sua produzione artistica. Roma racconta Canova e Canova racconta Roma, attraverso opere meravigliose che esprimono e contengono la fascinazione che la città esercitò sull’artista sin dal suo arrivo nel 1779.  Canova studiò Roma inebriandosi delle sue bellezze, delle opere d’arte, visitando chiese, monumenti, musei, appassionandosi a tutto ciò che rappresentava l’arte antica, di cui l’urbe era l’espressione massima con le statue, i colossi, i templi, gli anfiteatri, le tombe, gli affreschi e i bassorilievi ...

Roma
città dalla storia eterna

La valorizzazione dell’ingente patrimonio archeologico di Roma si impone come imperativo categorico in una città la cui storia millenaria continua a parlare, attraverso recuperi preziosi di reperti archeologici che stupiscono e affascinano. Il tema, sempre attuale, vede un rinnovato slancio per il ritrovamento casuale di una testa marmorea di età imperiale, databile tra il I e II secolo d.C. emersa nel corso di scavi in via Alessandrina, ai Fori Imperiali. La testa, rinvenuta quasi integra in un muro medievale dove era stata utilizzata come materiale da costruzione, presenta fattezze raffinate ed eleganti e per alcune caratteristiche della capigliatura folta e ondulata, ornata da una foglia di edera, sembra riprodurre il dio Dioniso. La Sovrintendenza Capitolina, che ha l’onere e l’onore di gestire, conservare e valorizzare il patrimonio archeologico, storico, artistico e museale di Roma, accoglie questa nuova testimonianza dell’arte romana proprio nei giorni in cui è protagonista di una iniziativa culturale che suscita l’attenzione mondiale e che coinvolge il Circo Massimo, il più grande edificio destinato agli spettacoli costruito nell’antichità.  Situato tra i Colli Palatino e Aventino, con una superficie di 600 metri di lunghezza per 140 metri di larghezza (il corrispettivo di 6 Stadi Olimpici), questo luogo altamente simbolico per Roma, appare con un aspetto di tipo paesaggistico, una distesa di erba dove campeggia la Torre della Moletta di epoca medievale, circondata da resti archeologici di un passato glorioso ...

L’Arte di Salvare l’Arte
I Carabinieri dell’Arte in mostra al Quirinale

Il Palazzo del Quirinale ospita, nelle sale della Palazzina Gregoriana, la mostra L’Arte di salvare l’Arte. Frammenti di storia, promossa dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per celebrare il cinquantennale della nascita del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, conosciuti come i Carabinieri dell’Arte. Il 3 maggio 1969 nasceva il primo Nucleo per la Tutela del Patrimonio Artistico, per iniziativa dell’allora Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, Arnaldo Ferrara che intuì la necessità e l’urgenza di una risposta organizzata e istituzionale ai pericoli, dalle calamità naturali ai furti, ai quali era esposto l’ingente patrimonio artistico italiano. Si imponeva il tema di tutelare i beni culturali, di cui solo in quegli anni si comincia a parlare compiutamente, intendendo per essi i beni di interesse storico, archeologico, artistico, ambientale, archivistico, librario e ogni altro bene che costituisca testimonianza materiale avente valore di civiltà ...

Le Verdi Armonie del Museo Pietro Canonica
I Giardini di Roma all’acquerello

Che bello poter raccontare Roma anche attraverso i suoi meravigliosi giardini, patrimonio verde in dialogante armonia con il patrimonio artistico e architettonico, per cartoline visive e olfattive che viaggiano in tutto il mondo.

Villa Borghese, il giardino più bello di Roma, situato nel cuore della città, ospita in questi giorni una mostra, organizzata dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con i Servizi museali di Zetema, ideata dalla Cooperativa Sociale Apriti Sesamo, nella casa museo di Pietro Canonica, scultore di fama internazionale, musicista e compositore, al quale il museo è dedicata. L’esposizione è una collettiva di sette artisti accomunati dalla passione per l’acquerello,  con la quale hanno scelto di ritrarre i giardini di Roma, Villa Sciarra, Villa Doria Pamphilj, Villa Carpegna e gli angoli più suggestivi e inesplorati di Villa Borghese. La freschezza dell’acquerello, con le sue trasparenze, si presta con naturalezza alla rappresentazione dei giardini e delle loro peculiarità, articolate tra fontane, acqua, fiori, piante e foglie.  Sede ospitante è il Museo Pietro Canonica, all’interno del quale sessanta acquerelli ricreano un meraviglioso giardino tra statue imponenti e ambienti austeri. L’Osservatorio Roma ha incontrato Carla Scicchitano, responsabile mostre ed eventi culturali del Comune di Roma, che ha inaugurato la mostra ...

TROISI poeta MASSIMO
una mostra piena di poesia

L’inizio dell’estate 1994 rievoca le immagini struggenti di Massimo Troisi che a poche ore dalla fine delle riprese del suo film capolavoro Il Postino, destinato a trionfare con il Premio Oscar, muore nel sonno,  a 41 anni, sopraffatto da un problema cardiaco con cui conviveva da tempo. Uno shock per l’Italia intera che realizza immediatamente di aver perso uno dei più grandi attori di sempre del cinema italiano, dal talento comico straordinario, erede della grande tradizione napoletana che aveva saputo reinterpretare e rinnovare nel linguaggio e nelle tematiche.

TROISI poeta MASSIMO è il titolo della mostra fotografica e multimediale, promossa e organizzata dall’Istituto Luce-Cinecittà, allestita presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale di Roma. La sede ospitante, a pochi passi dal Quirinale, la casa di tutti gli Italiani, è di per sé indicativa della caratterizzazione nazionale con la quale Massimo Troisi viene percepito, testimone di italianità espressa con la poesia, il folclore, il colore della lingua napoletana ...

Roma si mostra
Due mostre fotografiche raccontano Roma e la sua magia

Roma si racconta e per farlo sceglie la fotografia, un mezzo che non ha confini, una lingua universale capace di portare il suo messaggio di storia, arte, cultura e architettura a tutti, senza timore di essere fraintesa, perché il bello può solo essere apprezzato.

Il Museo di Roma ospita, nello splendido Palazzo Braschi a piazza Navona, la mostra Roma nella camera oscura, le fotografie della città dall’Ottocento ad oggi, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale, Sovrintendenza capitolina, con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

I Musei Capitolini, sontuosi nella bellezza dei due edifici che insieme al Palazzo Senatorio delimitano piazza del Campidoglio, simbolo della città di Roma nel mondo, sono la sede ospitante e di supporto nell’organizzazione della mostra Roma Il Racconto di Cento Donne, promossa dalla Enciclopedia Italiana Treccani,  prestigioso Istituto fondato nel 1925 che ha sempre seguito, accompagnato e documentato la storia italiana nelle sue diverse declinazioni, dialogando e creando connessioni con le eccellenze italiane, tra tradizione e innovazione.

La mostra fotografica allestita a Palazzo Braschi, in occasione dei 180 anni dalla nascita della fotografia,  racconta, con 320 immagini ...

Roma racconta 100 donne
100 donne raccontano Roma

Roma ha per la prima volta nella sua storia un Sindaco donna. La novità non è irrilevante, è una novità che fa notizia. Arrivi a Piazza del Campidoglio, abbracci con lo sguardo la bellezza di uno scenario suggestivo, entri in una sala espositiva dei Musei Capitolini e sei di nuovo a Roma, immersa nei quartieri, nelle strade, nelle stanze, nelle giornate e nelle vite di 100 donne che con Roma si sono incontrate. E la storia del loro incontro è racchiusa in uno scatto.

I Musei Capitolini sono la sede ospitante e di supporto organizzativo alla mostra Roma Il Racconto Di Cento Donne, progetto promosso dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani e affidate alla maestria di un giovane e talentuoso fotografo romano, Jacopo Brogioni che ha fotografato 100 donne affidando loro il compito di raccontare la città attraverso le loro storie. L’esposizione, curata dallo studio Fuksas, è arricchita dalla narrazione di Raffaele Timperi ...